venerdì 09 dicembre | 21:13
pubblicato il 13/gen/2012 21:12

Lega/ Maroniani e 'cerchisti' preparano "la resa dei conti"

Reguzzoni attacca. Bossi e Maroni oggi "incazzati"

Lega/ Maroniani e 'cerchisti' preparano "la resa dei conti"

Milano, 13 gen. (askanews) - Nonostante le minimizzazioni pubbliche si respira aria da resa dei conti finale, nella Lega spaccata in due tra Maroni e i cosiddetti "cerchisti" vicini a Bossi. Ed è la consapevolezza della gravità dello scontro in atto (assieme alla descrizione di Bossi e Maroni oggi entrambi "incazzati") l'unico punto condiviso tra le due fazioni. All'indomani del voto sul caso Cosentino, i due fronti accelerano sulla rotta di collisione. Oggi l'ultima bordata di un custode dell'ortodossia bossiana, il capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni, all'ex ministro dell'Interno, criticato su un post su Facebook sulla vicenda Cosentino: "Caro Roberto - scrive Reguzzoni - chi è causa del suo mal pianga se stesso. La Lega ha dato indicazione di votare per il sì all'arresto, salva la libertà di chi era contrario per questioni di principio. Lo abbiamo 'salvato' noi? Credo proprio di no, perché come sai bene quasi tutto il gruppo ha seguito le indicazioni di Bossi che ha detto di votare sì, mica no". Reguzzoni accusa Maroni di avvalorare, con le sue dichiarazioni, la percezione che la Lega abbia votato no. "Non è forse che tu hai sbagliato nel comunicare con i giornalisti? - chiede Reguzzoni - Lo hai riconosciuto tu stesso in riunione di gruppo ieri perchè non lo dici anche ai tuoi amici di Facebook?". Maroni preferisce non commentare e su Facebook scrive: "Lasciamo perdere queste cose e non alimentiamo polemiche inutili". I riflettori in casa leghista sono ora puntati sulla manifestazione annunciata per domenica 22 a Milano, possibile, se non probabile, occasione di "resa dei conti". "Prevedo che ci siano contestazioni - dice a microfoni spenti un leghista vicino al cosiddetto 'cerchio magico' - Ma siamo pronti anche noi. Se contestano Bossi appena parlano - osserva, tanto per dare un'idea del clima nel Carroccio - pigliano tante di quelle legnate che non hanno neanche idea". E aggiunge: "Se qualcuno si azzarda a dire 'Maroni segretario', è passibile di sanzioni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina