mercoledì 07 dicembre | 13:22
pubblicato il 18/set/2012 16:42

Lega/ Maroni lancia Stati Generali del Nord il 28 e 29 a Torino

Attesi a Torino tra gli altri Passera, Squinzi e Bonanni

Lega/ Maroni lancia Stati Generali del Nord il 28 e 29 a Torino

Roma, 18 set. (askanews) - Parola d'ordine "concretezza", perche' "la crisi c'e' e morde, e questo e' il momento di dare risposte alle nostre imprese". Con queste parole Roberto Maroni, segretario della Lega Nord, ha presentato a Torino gli Stati Generali del Nord, che si svolgeranno al Lingotto il 28 e il 29 settembre prossimi. Il nuovo corso della Lega vuol partire dagli imprenditori per dargli voce nel dibattito politico economico e per ricercare una ricetta per il rilancio del paese e in particolare del Nord. A Torino per la due giorni del Carroccio sono attesi tra gli altri, Corrado Passera, unico esponente dell'esecutivo Monti invitato, il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, il segretario della Cisl Raffaele Bonanni, il presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti e il vice presidente della Commissione Europea Antonio Tajani. Non sara' un "talk show dove gli esponenti del partito porteranno la loro claque", ma sara' un "momento di confronto e soprattutto di ascolto", "un appuntamento che deve segnare la svolta della Lega verso la concretezza", ha spiegato oggi a Torino Maroni, presentando l'iniziativa con il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota. L'appuntamento torinese "sara' un investimento sul dialogo e il confronto. Ho voluto abbassare i ponti elevatoi verso la societa' e anche verso chi non e' leghista. Gli imprenditori che verranno a Torino non necessariamente sono della Lega, ma hanno a cuore la questione settentrionale e vogliono definire proposte" per il futuro. Proposte che lo stesso Maroni, dopo il primo giorno di tavoli di lavoro a porte chiuse, declinera' in un manifesto in dieci punti, che presentera' a Torino. Riforma fiscale, lavoro sviluppo economico, un nuovo welfare, rapporti tra nord sud ed Europa e quale futuro garantire ai giovani: saranno questi temi cardine su cui si concentreranno i tavoli di lavoro del Lingotto. "Si prenderanno impegni seri che dovranno essere mantenuti" ha promesso il segretario del Carroccio. Obiettivo dichiarato rilanciare il Carroccio "come l'unico e vero interlocutore possibile per le imprese e l'economia del Nord". Maroni, che nell'illustrare questo "new deal" della Lega non nomina mai Umberto Bossi, ci tiene infine a precisare che tutti i dirigenti del partito sono invitati a Torino. "Non sara' una loro carrellata - avverte Maroni - Non saranno giornate di comizio e questo, chiunque verra' della Lega, lo sa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Governo
Chi tifa e chi no per elezioni dopo il no alla riforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Astronomia, materia oscura meno densa e più diluita nello spazio
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni