martedì 24 gennaio | 02:04
pubblicato il 07/apr/2012 09:32

Lega/ Castelli: Bossi non sapeva, non c'era accesso a documenti

Al Corsera: "Dovevamo vigilare di più"

Lega/ Castelli: Bossi non sapeva, non c'era accesso a documenti

Roma, 7 apr. (askanews) - "Anche fosse tutto vero, Bossi non era al corrente": l'ex Guardasigilli leghista Roberto Castelli interviene sullo scandalo fondi che ha investito il Carroccio e in un'intervista al 'Corriere della Sera' spiega che sì "dovevamo vigilare di più" ma il Senatur non era a conoscenza degli investimenti in Tanzania e dei soldi dati alla sua famiglia. Proprio sul caso Tanzania Castelli racconta di essere riuscito, con un'indagine personale, "a fare luce ma è stato difficile". Lui, membro del comitato di tesoreria, infatti con conosceva i conti perchè, ribadisce, "non avevamo accesso ai documenti". Normale? "No - risponde - però era così. I rapporti fra me e Belsito non erano idilliaci, io e Stiffoni per chiarire ci siamo dovuti arrangiare".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4