domenica 22 gennaio | 03:27
pubblicato il 10/lug/2012 10:17

Lega/ Bossi: Sono ancora capo Partito, con Maroni lavoro insieme

Belsito? Una montatura. Asse col Pdl? Vediamo legge elettorale

Lega/ Bossi: Sono ancora capo Partito, con Maroni lavoro insieme

Roma, 10 lug. (askanews) - "Io sono ancora il capo". Lo dice il fondatore della Lega Nord, Umberto Bossi, in un'intervista al Fatto quotidiano. E quando gli viene fatto notare che non è il presidente del partito, secondo statuto, ad avere in mano le redini del movimento, il Senatur dice: "Questo è secondario, io e Roberto Maroni decideremo tutto insieme, sono il presidente e siamo uguali". E poi, secondo Bossi Maroni deve andare al Pirellone al posto di Formigoni: "Roberto ora è segretario e ha molte cose da fare, anche se ha venti persone con lui e io l'aiuto, ma il governatore si fa a tempo pieno". Da qui a quel giorno, però, il lavoro del neo-segretario non si presenta in discesa: "non e' solo, ci sono io. E non è facile, tanto che ha distribuito incarichi a tutti. Tenere insieme la Lega è difficilissimo, di coraggio ne serve tanto. Veneti, lombardi, piemontesi e giù, ormai siamo arrivati in Umbria". Ci vuole "polso", "coraggio" e, per Bossi, attenzione ai simboli: Pontida, ad esempio, che "non si cancella. E' una cazzata dei giornali, non si puo' cancellare, e' impossibile. Come il Va' Pensiero, sono cose sacre, intoccabili per ogni leghista". E poi, attenzione a non eccedere nelle epurazioni, tanto che lo stesso Bossi, insieme a Daniele Molgora, sta ricontattando molti 'messi fuori' a vario titolo dal partito. "ora devo capire bene, con Daniele stiamo lavorando per vedere caso per caso quelli che sono stati cacciati, se era giusto o se sono stat vittime di qualche errore". "So che molti hanno da ridire, anche oggi mi hanno avvicinato una decina di persone, lamentandosi. Ho detto loro di scrivermi che sistemo tutto io". Insomma, continuano gli strascichi del caso dellì'ex tesoriere Belsito, che per Bossi resta "ul casino montato da giornalisti e magistratura, ma poi quello lì - dice riferendosi a Belsito - non è stato arrestato. Lusi è finito in carcere e il nostro amministratore no. Significa che che è stata una montatura, a Roma noi non appoggiamo questo governo e qualcun altro ha voluto colpirci così, perchè armi oneste non ne avevano, continuiamo a far paura". Infine, la lettura della situazione politica e le previsioni per il futuro. "Un ritorno dell'asse Pdl-Lega sarebbe un buon segnale, ma è ancora troppo presto e dipende se cambiano la legge elettorale o no". "A noi il Porcellum andrebbe ancora bene, parlare di alleanze è prematuro. Ho visto che qualcuno pensa al Pd, altri parlano con Alfano. Dobbiamo metterci d'accordo". Insomma, "ne parleremo. Io - conclude Bossi - sono qui da sempre, abbiamo cambiato la storia, mi ascoltano, mi ascoltano... Poi, decideremo insieme, ma conosco bene tutti, amici e nemici".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4