martedì 28 febbraio | 08:48
pubblicato il 10/lug/2012 10:17

Lega/ Bossi: Sono ancora capo Partito, con Maroni lavoro insieme

Belsito? Una montatura. Asse col Pdl? Vediamo legge elettorale

Lega/ Bossi: Sono ancora capo Partito, con Maroni lavoro insieme

Roma, 10 lug. (askanews) - "Io sono ancora il capo". Lo dice il fondatore della Lega Nord, Umberto Bossi, in un'intervista al Fatto quotidiano. E quando gli viene fatto notare che non è il presidente del partito, secondo statuto, ad avere in mano le redini del movimento, il Senatur dice: "Questo è secondario, io e Roberto Maroni decideremo tutto insieme, sono il presidente e siamo uguali". E poi, secondo Bossi Maroni deve andare al Pirellone al posto di Formigoni: "Roberto ora è segretario e ha molte cose da fare, anche se ha venti persone con lui e io l'aiuto, ma il governatore si fa a tempo pieno". Da qui a quel giorno, però, il lavoro del neo-segretario non si presenta in discesa: "non e' solo, ci sono io. E non è facile, tanto che ha distribuito incarichi a tutti. Tenere insieme la Lega è difficilissimo, di coraggio ne serve tanto. Veneti, lombardi, piemontesi e giù, ormai siamo arrivati in Umbria". Ci vuole "polso", "coraggio" e, per Bossi, attenzione ai simboli: Pontida, ad esempio, che "non si cancella. E' una cazzata dei giornali, non si puo' cancellare, e' impossibile. Come il Va' Pensiero, sono cose sacre, intoccabili per ogni leghista". E poi, attenzione a non eccedere nelle epurazioni, tanto che lo stesso Bossi, insieme a Daniele Molgora, sta ricontattando molti 'messi fuori' a vario titolo dal partito. "ora devo capire bene, con Daniele stiamo lavorando per vedere caso per caso quelli che sono stati cacciati, se era giusto o se sono stat vittime di qualche errore". "So che molti hanno da ridire, anche oggi mi hanno avvicinato una decina di persone, lamentandosi. Ho detto loro di scrivermi che sistemo tutto io". Insomma, continuano gli strascichi del caso dellì'ex tesoriere Belsito, che per Bossi resta "ul casino montato da giornalisti e magistratura, ma poi quello lì - dice riferendosi a Belsito - non è stato arrestato. Lusi è finito in carcere e il nostro amministratore no. Significa che che è stata una montatura, a Roma noi non appoggiamo questo governo e qualcun altro ha voluto colpirci così, perchè armi oneste non ne avevano, continuiamo a far paura". Infine, la lettura della situazione politica e le previsioni per il futuro. "Un ritorno dell'asse Pdl-Lega sarebbe un buon segnale, ma è ancora troppo presto e dipende se cambiano la legge elettorale o no". "A noi il Porcellum andrebbe ancora bene, parlare di alleanze è prematuro. Ho visto che qualcuno pensa al Pd, altri parlano con Alfano. Dobbiamo metterci d'accordo". Insomma, "ne parleremo. Io - conclude Bossi - sono qui da sempre, abbiamo cambiato la storia, mi ascoltano, mi ascoltano... Poi, decideremo insieme, ma conosco bene tutti, amici e nemici".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech