martedì 21 febbraio | 09:33
pubblicato il 05/apr/2012 21:52

Lega/ Bossi: c'erano di mezzo i miei figli, non potevo stare lì

Ora devono fare chiarezza, io ero di intralcio

Lega/ Bossi: c'erano di mezzo i miei figli, non potevo stare lì

Roma, 5 apr. (askanews) - C'erano di mezzo "i miei figli, non potevo stare lì". E' un Umberto Bossi commosso che commenta ai microfoni di Tg4, la decisione di lasciare da segretario della Lega. "Adesso faranno il controllo di tutto. Chi ha ricevuto soldi deve ridarli. Comunque io non avevo nessuna voglia di star lì, devono avere mano libera, il gruppo che deve impegnarsi. Era ingiusto che restassi lì, ero solo un intralcio", ha aggiunge Bossi nelle sue prime parole davanti ad un microfono dopo la decisione di lasciare.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia