mercoledì 18 gennaio | 13:10
pubblicato il 18/giu/2011 09:56

Lega/ 'Padania': Per Pontida attesa da finale di Champions league

Rilancio e ruolino di marcia. 'Giornale': Incognita è Maroni

Lega/ 'Padania': Per Pontida attesa da finale di Champions league

Roma, 18 giu. (askanews) - "Come una finale da Champions league". Così la 'Padania', che, in vista del raduno leghista di domani, scrive: "L'attesa che si respira alla vigilia del raduno leghista di Pontida è più o meno questa. Con tutti i corollari del caso. Comprese le indiscrezioni e i retroscena dell'ultima ora su moduli e formazioni. Alcuni di questi, a dirla tutta, piuttosto fantasiosi. Chi conosce il Carroccio però sa bene che alla vigilia di un appuntamento importante le certezze non sono mai molte. Salvo una: Umberto Bossi. Sarà il suo discorso a riempire di significato e di contenuto questa giornata e a fare il punto della situazione definitivo su quale strada dovrà percorrere il movimento da qui ai prossimi mesi". "L'unica vera certezza - si legge sul quotidiano del Carroccio - è dunque l'interesse della Lega a fissare un punto dal quale ripartire con slancio. Stop alla guerra in Libia, delocalizzazione dei ministeri, completamento del federalismo fiscale e avvio di quello politico, riforma istituzionali e fiscali, modifica del patto di stabilità per liberare risorse e favorire lo sviluppo. Questi i punti chiave che con ogni probabilità verranno riassunti in un documento molto preciso e dettagliato che, ottenuto il via libera del popolo padano, verrà presentato al premier. Da quanto - precisa la 'Padania' - si apprende non si tratterà di un semplice elenco, ma di un ruolino di marcia piuttosto preciso che tenga in considerazione modi e soprattutto tempi di attuazione delle varie proposte". Al raduno di Pontida dedicano l'apertura anche i due quotidiani di aerea centro-destra. Per il direttore di 'Libero' Maurizio Belpietro, i leghisti "a Pontida non decideranno quajndo e come far cadere il governo, semmai come tenerlo in piedi e farlo durare". Più dubbioso Vittorio Feltri che, sul 'Giornale', rileva che "vari leghisti ne hanno piene le balle di stare con il Cavaliere e aspirano a mollarlo. Nel partito costoro costituiscono una maggioranza o una minoranza? Lo sapremo domani", secondo Feltri, per il quale mentre è probabile che Bossi "ribadisca eterna fedeltà all'amico Silvio", da Maroni "potrebbero arrivare novità poco liete sulla saldezza della coalizione di maggioranza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa