domenica 26 febbraio | 04:30
pubblicato il 08/feb/2013 18:10

Lazio: Zingaretti e Storace puntano sull'economia del mare. Le proposte

(ASCA) - Roma, 8 feb - La campagna elettorale per la conquista della Presidenza della Regione Lazio passa anche per i 350 chilometri delle coste del Tirreno e Nicola Zingaretti, candidato del centrosinistra, e Francesco Storace, candidato del centrodestra, puntano sulla 'blue economy'. Un comparto da valorizzare, nelle intenzioni di entrambi, un settore con potenzialita' importanti. Nicola Zingaretti non ha dubbi.

''Saremo la prima Regione in Italia ad avere in Giunta una delega all'economia del mare'' si legge nel programma che punta alla creazione dello Sportello Unico per il Mare e alla realizzazione del Piano di Utilizzazione degli Arenili e del Piano di Riqualificazione delle Coste. Nelle intenzioni del candidato del centrosinistra c'e' un Testo Unico per lo sviluppo sostenibile del litorale del Lazio ed un Nuovo Piano di Coordinamento dei Porti, passando per le cosiddette Autostrade del Mare, non dimenticando l'inserimento di Civitavecchia nella rete dei porti europei (Tenth).

Zingaretti 'strizza l'occhio' poi alla possibilita' di un Distretto integrato della Nautica e punta alla valorizzazione e alla difesa delle isole e delle Aree Marine Protette, senza dimenticare la necessita' di mettere in atto una strategia integrata per il rilancio della filiera ittica. Sulla straordinarieta' e sulle potenzialita' del mare laziale scommette anche Francesco Storace che, come promette nel suo programma, mira a portare a termine le linee guida per la portualita' della passata gestione - inclusa quella turistica - e lo sviluppo del litorale laziale. ''E' nostra ferma intenzione - si legge nel programma - portare a termine questo strumento di pianificazione per dare una nuova occasione di sviluppo all'economia regionale, snellendo anche ogni procedura autorizzatoria per la portualita' turistica a tutto vantaggio dell'economia della costa che molto si attende dalla nautica da diporto: i porti turistici di Terracina, Formia, Ladispoli e Tarquinia lo attendono. Risolveremo, inoltre, il nodo connesso al porto di Fiumicino e a quello di Ponza sin da subito, saranno nostre priorita'''.

Obiettivo quindi portare ad integrazione la portualita' laziale e la relativa utenza con tutto il sistema di mobilita' regionale. ''I nostri traghetti ed i nostri aliscafi - si legge - saranno direttamente collegati con tutto il sistema del T.P.L. regionale''. Stesso discorso per la portualita' turistica e crocieristica attraverso collegamenti dedicati. bet/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech