sabato 21 gennaio | 09:54
pubblicato il 22/gen/2013 13:20

Lazio: Touadi, stop infiltrazioni mafiose, tornare a cultura legalita'

Lazio: Touadi, stop infiltrazioni mafiose, tornare a cultura legalita'

(ASCA) - Roma, 22 gen - ''Quanto pubblicato questa mattina dal Corriere della Sera, che denuncia il 46% d'investimenti mafiosi nelle imprese del Lazio, denota quanto serio sia il problema della criminalita' organizzata nella nostra Regione''.

Ad affermarlo e' Jean Leonard Touadi, capolista del Partito Democratico alle prossime elezioni regionali. ''Piu' volte le associazioni di categoria, Sos Impresa-Confesercenti, il Cnel, hanno denunciato questo fenomeno. Un grido d'allarme -sottolinea- a cui, pero', la giunta uscente capeggiata da Renata Polverini non ha mai dato il giusto ascolto. Il Partito Democratico e il candidato alla presidenza del Lazio Nicola Zingaretti, invece, sono decisi ad affrontare concretamente questa piega sociale che sta minando la credibilita' e il benessere di un intero sistema economico territoriale.

Legalita', contrasto alle associazioni mafiose e recupero delle aziende confiscate sono punti cardini nell'agenda Zingaretti''. ''La politica deve sapere contribuire in modo incisivo e reale ai risultati ottenuti dalle forze dell'ordine e per far questo deve istituire come prima cosa la Stazione Unica Appaltante (sulla scia di quanto fatto proprio da Zingaretti alla Provincia di Roma) di cui la Regione e' completamente sguarnita, in modo tale da garantire procedure trasparenti nell'assegnazione delle gare d'appalto. E' necessario poi riformare profondamente l'Abecol, l'Agenzia dei beni confiscati alle mafie in termini di efficienza e produttivita' e potenziare l'Osservatorio regionale sul rilevamento dei dati''.

''E' follia -aggiunge Touadi- credere, come suggeriva il centro-destra, di poter vendere i beni confiscati alle mafie.

Questi devono, invece, essere ceduti, in maniera trasparente e regolare - attraverso l'osservanza della legge regionale del 2009 - per evitare che i nuovi proprietari possano essere di nuovo persone legate alla criminalita' organizzata. Il benessere di una Regione e' dato anche da questo: dall'impegno serio, congiuto e trasparente della politica, dei cittadini e delle forze dell'ordine'', conclude Touadi.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4