mercoledì 07 dicembre | 23:50
pubblicato il 07/feb/2013 14:08

Lazio: Storace, Berlusconi deve rispettare gli alleati

(ASCA) - Roma, 7 feb - ''Credo che Berlusconi debba avere un po' piu' di rispetto per la sua coalizione. E' lui che ha detto si e no agli apparentamenti con molte liste, e' lui che ha proposto la mia candidatura alla presidenza della Regione Lazio, ma e' sempre lui che dice cose strane sui cosiddetti piccoli partiti. La Destra non si sente toccata affatto, ma visto che in molti mi chiedono che ne penso rispondo qui, su questa nostra gloriosa testata''. E' quanto scrive Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra, sul sito del partito e su Il Giornale d'Italia. ''Dico che Berlusconi farebbe bene a precisare con chiarezza che sa con esattezza dove si annidano i traditori che teme. Anche perche' e' stato lui a sceglierli nel 2008 contro di noi. Disse si a Fini e no a me. Oggi l'Italia sa che quel Pdl sbaglio' - aggiunge Storace - e gravemente col veto imposto contro di noi. Adesso Berlusconi eviti di commettere un altro errore''. ''Egli conosce bene gli infingardi che ha coltivato in casa sua - prosegue - e sa altrettanto bene che se vuole realizzare una sola delle promesse elettorali che stanno nel programma condiviso e' su La Destra che potra' fare affidamento, forza politica di lealta'. Da oggi in poi farebbe bene ad indicare ogni giorno che il voto sprecato e' quello a Casini e Fini, esponenti di quel Partito popolare europeo in cui sta lui e non noi. Se davvero si e' alla vigilia di una vittoria insperata fino a poche settimane fa e il messaggio berlusconiano ritrova credibilita' tra gli elettori, e' perche' al suo fianco il cavaliere ha forze politiche che non si sono fatte irretire dal governo Monti, che il Pdl ha sostenuto in Parlamento mentre noi lo contestavamo dal territorio''. I deputati e i senatori eletti nel 2008 hanno tollerato e avallato un governo rifiutato dal popolo. La buona gente italiana - ha concluso il leader de La Destra - e' consapevole che quel governo non ci sara' piu' perche' altrimenti il centrodestra cadrebbe in frantumi. Faccia il suo gioco, il cavaliere, ma aggiusti il mirino. Glielo diciamo con la consueta lealta'. Sabato 16 febbraio lo diremo con franchezza agli italiani nella nostra manifestazione di Roma. Gli italiani troveranno sulle schede per la Camera e il Senato il nostro simbolo elettorale, quello identificato anche col mio cognome, per una scelta netta''. com/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni