sabato 25 febbraio | 08:29
pubblicato il 23/feb/2013 16:44

Lazio: sanita', trasporti e rifiuti. Le proposte dei candidati

Lazio: sanita', trasporti e rifiuti. Le proposte dei candidati

(ASCA) - Roma, 23 feb - Sanita', trasporti, rifiuti. I candidati alla presidenza della Regione Lazio nel corso della campagna elettorale si sono confrontati principalmente su questi temi proponendo ''ricette' e proposte. Sul tema della sanita', il ''tallone di Achille' degli enti regionali, punto fragilissimo del Lazio, regione commissariata dai anni, Nicola Zingaretti, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio, punta sui piani di rientro, sulla lotta agli sprechi, scommettendo sulla meritocrazia e sulla riorganizzazione della rete ospedaliera. Il candidato del centrodestra Francesco Storace ritiene decisiva per le sorti della sanita' la fine del commissariamento, scommettendo sull'integrazione dei servizi sociali e sanitari e sulla riduzione delle Asl, mentre la centrista Giulia Bongiorno pensa rimettere i conti in ordine anche attraverso l'apertura di strutture leggere e valide per i malati non acuti. Il rappresentante del Movimento Cinque Stelle, Davide Barillari, punta sulla trasparenza e sulla riduzione degli sprechi e Sandro Ruotolo, di Rivoluzione Civile pensa alla ripresa di investimenti nella sanita' pubblica, alla lotta ai potentati pubblici e privati e ai conflitti d'interesse, senza dimenticare la legalita' e nomine dirigenziali trasparenti. Alessandra Baldassarri di Fare per Fermare il Declino, e' necessario eliminare gli sprechi, dovuti alla corruzione e all'amministrazione considerando che in provincia ci sono pochissimi presidi e il primo soccorso deve esser e garantito ovunque. Anche Roberto Fiore, Forza Nuova e' per le nomine delle Asl libere dalla politica e per il pubblico prevalente sul privato con i medici che dovranno scegliere tra pubblico e privato. Pino Strano di Rete dei Cittadini, ritiene che la salute comincia dall'ambiente e e sottolinea il ruolo sociale oltre che sanitaria, mentre Luigi Sorge, Partito Comunista dei Lavoratori, mette al centro i diritti delle persone e dice basta al privato. E per Simone Di Stefano della lista Casapound Italia e' inaccettabile che i tagli mettano a rischio la salute stessa dei cittadini costringendo alla chiusura interi ospedali tra cui nella sola capitale eccellenze ospedaliere quali il CTO, l'IDI, l'Eastman, il San Filippo Neri, lo Spallanzani, mentre Luca Romagnoli pensa ad eliminare le esternalizzazioni dei servizi sanitari e a diminuire i finanziamenti alla sanita' convenzionata difendendo i piccoli ospedali. L'emergenza rifiuti pesera' sul territorio nei prossimi mesi e Storace punta ad una raccolta differenziata tra il 40% e il 50% e alla valorizzazione e utilizzazione ottimale degli impianti di termovalorizzazione esistenti. Zingaretti sulla scia del ''modello Palazzo Valentini' pensa alla diffusione della raccolta differenziata porta a porta, al rafforzamento della filiera industriale del riuso e del riciclo, al migliore funzionamento degli impianti di trattamento per eliminare il tal quale e alla lotta alle Ecomafie. Bongiorno punta sui nuovi termovalorizzatori e sulla differenziata al 65%, termovalorizzatori che per Barillari vanno chiusi a favore dell' applicazione del modello rifiuti zero. Per Giuseppe Rossodivita, candidato dei Radicali, bisogna ridurre i rifiuti alla fonte e differenziarli sviluppando un sistema di raccolta porta a porta, mentre dice no a nuove aperture o a conferme delle discariche, Sandro Ruotolo, che e' contro gli inceneritori e crede nella differenziata. Per Luigi Sorge stop a clientele, malaffare, si' alla differenziata che consentira' di eliminare le discariche. Anche Baldassarri dice no al monopolio delle discariche convinta che i rifiuti rappresentino una risorsa. E se Roberto Fiore pensa ad una possibile gestione dei rifiuti a livello locale, per Pino Strano, la soluzione e' nel risparmio e nelle rinnovabili, mentre Romagnoli pensa al principio di solidarieta', sia da parte di chi porta i propri rifiuti nel resto della regione e viceversa da chi li dovrebbe smaltire. Per i trasporti, altro aspetto critico del governo regionale, Zingaretti propone il raddoppio della Roma-Viterbo, il completamento della linea C, nuovi e piu' treni per i pendolari. Storace punta molto proprio sulla trasformazione in autostrada della Roma-Latina, sulla Orte-Civitavecchia, mentre Bongiorno sceglie la cura del ''ferro'' con nuovi treni. Roberto Fiore e' convinto che i treni regionali siano uno scempio e che i cittadini debbano essere salvaguardati in questo senso. Per Pino Strano la soluzione e' nel ''ferro' non nel trasporto su gomma, guardando anche alle nuove piste ciclabili, e Sandro Ruotolo si pone il problema della qualita' della vita pendolari che va migliorata e della stesso idea. E' Luigi Sorge che invoca un trasporto pubblico non schiavo del profitto che consenta alle persone di spostarsi dignitosamente. Per Alessandra Baldassari e' una questione di infrastrutture e servizi e per Luca Romagnoli la risposta e' nel riordino e nell'integrazione del trasporto ferro-gomma.

bet/uda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech