lunedì 27 febbraio | 21:17
pubblicato il 19/feb/2013 16:48

Lazio: Bellaroto (Lc), stop a manifesti abusivi

(ASCA) - Roma, 19 feb - ''Nei fatti sono la prima candidata a queste regionali che stacca un proprio manifesto affisso dove non si potrebbe. Faccio pero' notare che i miei primi 4.500 manifesti sono rimasti in vista sulle plance autorizzate nella turnazione di un lavoro di tre giorni, non piu' che 3 ore per ciascuno manifesto''. Lo afferma Giovanna Marchese Bellaroto, numero due di Lista Civica per Bongiorno presidente.

''Al sindaco Alemanno e all'assessore Bordoni - continua Bellaroto - chiedo quindi di poter conoscere la numerazione di riferimento destinata alla nostra lista civica nella quale poter provvedere regolarmente alla restante affissione dei miei ultimi circa 500 manifesti. Mi risulta che fino ieri la numerazione delle plance non fosse visibile e che il termine di tre giorni previsto dall'approvazione delle liste in Tribunale sia stato ampiamente sforato. Possibile che questo settore debba essere un far west?'' com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech