sabato 03 dicembre | 01:18
pubblicato il 27/dic/2013 15:57

Lavoro: Zoggia, proposte Renzi punto di partenza per favorire crescita

Lavoro: Zoggia, proposte Renzi punto di partenza per favorire crescita

(ASCA) - Roma, 27 dic - ''Il partito democratico ha sempre posto il tema del lavoro al centro della sua azione politica.

Discutere su come declinare tale tema dovrebbe avere sempre e solo un unico obiettivo: difendere i diritti, tutelare i piu' deboli, promuovere la crescita''. Lo ha affermato in una nota Davide Zoggia, deputato del Pd.

''La grave crisi economica e le trasformazioni in atto nel mondo della produzione - ha chiarito - ci obbligano tuttavia a ripensare progetti e modelli di sviluppo. Per questo la discussione aperta dalla proposta del segretario Matteo Renzi puo' essere una base importante da cui partire per dare maggiore garanzie a chi lavora e al tempo stesso attirare investimenti affinche' i posti di lavoro tornino a crescere anche in Italia. E' questa la nostra unica preoccupazione. Il resto rischia la demagogia o il puro intellettualismo'', ha concluso Zoggia.

com-brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari