domenica 26 febbraio | 23:56
pubblicato il 10/gen/2014 12:18

Lavoro: Sacconi (Ncd) a Renzi, evitiamo nuova legge Fornero

Lavoro: Sacconi (Ncd) a Renzi, evitiamo nuova legge Fornero

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - Secondo il presidente dei senatori del Nuovo Centrodestra, Maurizio Sacconi, ''il documento di Renzi sul lavoro assume implicitamente come presupposto negativo la legge Biagi, attribuendo ad essa quella precarieta' dei rapporti di lavoro che e' stata invece la conseguenza delle incertezze prodottesi sulle imprese.

Quando la legge Fornero ha voluto irrigidire le tipologie contrattuali flessibili non le ha trasformate in rapporti stabili ma nella disoccupazione''. ''Renzi ripropone oggi, in termini peraltro molto generici l'idea di un contratto a tempo indeterminato piu' conveniente da scambiare con ulteriori rigidita' ''in entrata''. Si ripropone, per conseguenza di questo approccio, il nodo dell'articolo 18 perche' solo eliminando seccamente la reintegrazione forzosa del lavoratore - ad eccezione dei licenziamenti discriminatori - si produce la maggiore convenienza per il contratto permanente. Da un lato quindi - sottolinea Sacconi - e' lecito dubitare che la sinistra sia in grado di affrontare questo nodo e dall'altro le associazioni di impresa non possono non segnalare la necessita' dell'apprendistato per dotare i giovani di competenze, del contratto a termine per le esigenze temporanee, del lavoro intermittente quando e' imprevedibile l'inizio della prestazione, del lavoro accessorio a voucher quando si tratta di spezzoni lavorativi altrimenti sommersi, delle stesse collaborazioni a progetto, quando l'autonomia del prestatore d'opera e' reale. Non si tratta di quaranta ma di ben meno che dieci modalita' generali di prestazione del lavoro che possono diventare milioni con gli specifici adattamenti della contrattazione''.

''Poniamo invece su basi piu' pragmatiche le misure urgenti che possono fare lavoro, a partire dalla sollecitazione della libera e responsabile contrattazione aziendale e individuale e dalla riduzione del cuneo fiscale, con particolare riguardo al salario di produttivita''', conclude l'esponente di Ncd.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech