giovedì 23 febbraio | 22:22
pubblicato il 16/nov/2013 16:05

Lavoro: Messina (Idv), intervenire su riforma ammortizzatori sociali

Lavoro: Messina (Idv), intervenire su riforma ammortizzatori sociali

(ASCA) - Roma, 16 nov - ''Questa crisi sta pesando duramente su famiglie e lavoratori, piccole e medie imprese e artigiani''. Lo ha affermato in una nota il segretario di Italia dei Valori Ignazio Messina. ''E' una constatazione palese e percepibile, questa - dice Messina - che mette in discussione la capacita' del governo di affrontarla con gli strumenti adeguati. A questo si aggiunga anche un nodo cruciale che riguarda i lavoratori e nello specifico quella fetta di loro che sono in cassa integrazione. Va sollecitata una riforma in materia di ammortizzatori sociali. La ripresa del mercato del lavoro passa anche attraverso interventi di questo tipo e passa attraverso misure di sostegno all'occupazione che riordinino il settore attraverso tutele e garanzie sociali. Tutti provvedimenti - ha aggiunto - scarsamente presenti anche nella Legge di stabilita' che stringe invece in termini di risorse da destinare al settore''. Secondo Messina ''occorre piuttosto correggere la disomogeneita' fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali. Ed occorre anche adottare tutte le iniziative a disposizione, al fine di assicurare la copertura finanziaria dell'effettivo fabbisogno complessivo per il 2013 degli ammortizzatori sociali in deroga. I dati che emergono dallo studio della Cgil sono estremamente preoccupanti perche' rivelatori di un peggioramento delle condizioni dei lavoratori cui non corrispondono adeguati finanziamenti per fronteggiare il rischio disoccupazione. Certo, la cassa integrazione (ordinaria e in deroga) non e' la soluzione ma e' utile e necessaria nel breve periodo, in una fase transitoria, quindi, che lasci un margine di tempo per mettere in campo provvedimenti per risanare la crisi del lavoro e delle imprese''. ''Il lavoro - ha concluso Messina - e' uno dei principali fronti su cui dobbiamo misurarci e per questo vogliamo un coinvolgimento piu' forte del mondo del credito e delle imprese e riforme del governo piu' incisive e mirate.

Insomma, per ora affrontiamo l'emergenza, ma in prospettiva si programmino decisioni piu' strutturali e fattive. I lavoratori non aspettano piu'''. com-brm/fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech