martedì 06 dicembre | 13:34
pubblicato il 16/nov/2013 16:05

Lavoro: Messina (Idv), intervenire su riforma ammortizzatori sociali

Lavoro: Messina (Idv), intervenire su riforma ammortizzatori sociali

(ASCA) - Roma, 16 nov - ''Questa crisi sta pesando duramente su famiglie e lavoratori, piccole e medie imprese e artigiani''. Lo ha affermato in una nota il segretario di Italia dei Valori Ignazio Messina. ''E' una constatazione palese e percepibile, questa - dice Messina - che mette in discussione la capacita' del governo di affrontarla con gli strumenti adeguati. A questo si aggiunga anche un nodo cruciale che riguarda i lavoratori e nello specifico quella fetta di loro che sono in cassa integrazione. Va sollecitata una riforma in materia di ammortizzatori sociali. La ripresa del mercato del lavoro passa anche attraverso interventi di questo tipo e passa attraverso misure di sostegno all'occupazione che riordinino il settore attraverso tutele e garanzie sociali. Tutti provvedimenti - ha aggiunto - scarsamente presenti anche nella Legge di stabilita' che stringe invece in termini di risorse da destinare al settore''. Secondo Messina ''occorre piuttosto correggere la disomogeneita' fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali. Ed occorre anche adottare tutte le iniziative a disposizione, al fine di assicurare la copertura finanziaria dell'effettivo fabbisogno complessivo per il 2013 degli ammortizzatori sociali in deroga. I dati che emergono dallo studio della Cgil sono estremamente preoccupanti perche' rivelatori di un peggioramento delle condizioni dei lavoratori cui non corrispondono adeguati finanziamenti per fronteggiare il rischio disoccupazione. Certo, la cassa integrazione (ordinaria e in deroga) non e' la soluzione ma e' utile e necessaria nel breve periodo, in una fase transitoria, quindi, che lasci un margine di tempo per mettere in campo provvedimenti per risanare la crisi del lavoro e delle imprese''. ''Il lavoro - ha concluso Messina - e' uno dei principali fronti su cui dobbiamo misurarci e per questo vogliamo un coinvolgimento piu' forte del mondo del credito e delle imprese e riforme del governo piu' incisive e mirate.

Insomma, per ora affrontiamo l'emergenza, ma in prospettiva si programmino decisioni piu' strutturali e fattive. I lavoratori non aspettano piu'''. com-brm/fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni