lunedì 05 dicembre | 15:35
pubblicato il 28/giu/2013 12:00

Lavoro/ Letta: Piano giovani messo a rischio da falsità Grillo

Ha detto che erano richieste tutte insieme condizioni alternative

Lavoro/ Letta: Piano giovani messo a rischio da falsità Grillo

Bruxelles, 28 giu. (askanews) - Il piano nazionale per il lavoro deciso mercoledì scorso dal governo ha rischiato di "finire in vacca" fra "le prese in giro di editorialisti anche autorevoli" a causa delle "false informazioni pubblicate da un autorevole sito web, secondo il quale dovevano ricorrere contemporaneamente le diverse e alternative condizioni per usufruire della 'decontribuzione' in caso di assunzione a tempo indeterminato di un giovane. Lo ha detto il premier Enrico Letta, durante la conferenza stampa finale del vertice Ue, oggi a Bruxelles. Il sito in questione, non nominato esplicitamente da Letta, è quello di Beppe Grillo. Il provvedimento del governo prevede una "decontribuzione totale per l'assunzione dei giovani a tempo indeterminato al Sud e nel centro nord, ma c'è stata un'incomprensione comunicativa", a casua della "notizia falsa" sul sito di Grillo, "che c'era bisogno di avere tutte le condizioni unite, essere disoccupato, essere alto, essere basso. Questa notizia falsa, che è girata per tutto il pomeriggio di mercoledì, ha messo su una strada sbagliata l'informazione; un fatto molto negativo, perché ha dato ad intendere che era una cosa sulla quale poteva anche finire 'in vacca'. E le prese in giro sono continuate il giorno dopo anche da parte di autorevoli editorialisti, che invece di andare a verificare nei fatti come stavano le cose si sono lasciati prendere la mano da questa falsa informazione", ha spiegato il premier. Le condizioni indicate, invece, "sono in alternativa l'una all'altra, e basta una sola di queste per far scattare per l'impresa la possibilità di assumere con decontribuzione totale", ha precisato Letta. Il sito ha poi corretto l'informazione, ma "24 ore di notizie false hanno spostato il livello dell'attenzione, mentre invece questa è una misura che aggredisce in modo molto forte il cuneo fiscale", ha concluso il premier

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari