mercoledì 07 dicembre | 19:58
pubblicato il 25/giu/2013 12:00

Lavoro/ Letta: Con fermezza chiederò a Ue misure concrete

"Domani approveremo pacchetto, ma Europa non può lasciarci soli"

Lavoro/ Letta: Con fermezza chiederò a Ue misure concrete

Roma, 25 giu. (askanews) - L'Italia "vuole essere in prima fila" nella lotta alla disoccupazione giovanile, e "per questo domani al Cdm approveremo un pacchetto di misure per aiutare il lavoro e sostenere le famiglie in difficoltà". E "forte di questa iniziativa, chiederò con fermezza che la Ue non abbandoni a se stessi gli Stati membri, ma li supporti con misure visibili, effettive e concrete". Lo ha detto il premier Enrico Letta intervenendo alla Camera in vista del Consiglio Europeo di giovedì e venerdì. Nel Cdm di domani saranno approvate "forme di decontribuzione per le imprese che assumono giovani in difficoltà o che convertono in tempo indeterminato contratti a tempo determinato, misure per scoraggiare l'inattività dei giovani con percorsi professionali. Si tratta di scelte indipendenti da quanto avverrà a Bruxelles, ma che sono in sintonia con la discussione", che in realtà era iniziata in Europa "già nel 2005" senza però arrivare ad un approdo: "Ora vogliamo uno sforzo in più: niente asserzioni di principio ma decisioni immediate. Strumenti operativi europei e nazionali, risorse, timing stringente su un orizzonte temporale breve per avere il massimo dell'impatto". In particolare "la Ue dovrà mobilitare tutte le risorse disponibili, anticipare al massimo il Fondo per l'occupazione giovanile per far finanziare già dal 1 gennaio i primi progetti, con risorse concentrate su due anni e non su 7. Ma non basta. Chiediamo che nel 2016 ci sia una revisione dello strumento e l'aumento della dotazione finanziaria". Così come sui fondi strutturali: "Arriveranno circa 55 miliardi all'Italia nei prossimi sette anni. Chiediamo che nella programmazione il sostegno al lavoro dei giovani abbia la priorità". E infine "chiediamo che la Ue usi la Bei, aumentando il credito erogato alle Pmi, punto di riferimento essenziale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni