sabato 25 febbraio | 13:00
pubblicato il 25/mag/2013 15:49

Lavoro: Letta a Van Rompuy, possiamo e dobbiamo fare di piu'

Lavoro: Letta a Van Rompuy, possiamo e dobbiamo fare di piu'

(ASCA) - Roma, 25 mag - Il presidente del consiglio, Enrico Letta, ha risposto alla lettera con la quale il presidente del consiglio europeo, Herman Van Rompuy, ha annunciato che la lotta alla disoccupazione, specie quella giovanile, sara' al centro del prossimo vertice europeo di giugno. Lo rende noto la Presidenza del Consiglio. Nella missiva il premier ha voluto ringraziare Van Rompuy ''per aver accolto la mia proposta di porre al centro dell'agenda del Consiglio europeo del 27 e 28 giugno prossimi il tema della disoccupazione giovanile'' ma ha anche voluto ricordare che ''vi sono diversi fronti su cui dobbiamo e possiamo fare di piu'' . ''La lotta alla disoccupazione giovanile - ha ricordato Letta - rappresenta la sfida prioritaria, per l'Italia e per l'Europa. In Italia oltre 2,2 milioni di giovani si trovano senza lavoro o senza lavoro e fuori da percorsi formativi. I dati delle recenti previsioni economiche della Commissione dimostrano che il problema della disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli allarmanti praticamente in tutti gli Stati membri. Senza misure straordinarie e mirate non sara' possibile invertire questo trend, aumentando il rischio che la disoccupazione giovanile diventi strutturale''.

Per il presidente del Consiglio, ''il ritorno ad una crescita capace di generare occupazione giovanile di qualita' e sostenibile nel tempo e' legato alla capacita' dei sistemi nazionali di mantenere finanze pubbliche sane e di adottare riforme strutturali. Ma molto dipende anche dalla cornice offerta dalle politiche dell'Unione. Se le istituzioni europee non si dimostrano capaci di intervenire per risolvere il problema della disoccupazione, finiranno per alimentare sentimenti di frustrazione e risentimento, terreno ideale per la crescita di movimenti populisti ed anti-europeisti'' Letta ha poi ricordato come ''in passato, la Commissione europea ha presentato un pacchetto per l'occupazione giovanile, e si e' raggiunto un accordo in seno al Consiglio sull'attuazione della Garanzia europea per i giovani. E' stato avviato un esercizio per la riprogrammazione dei Fondi strutturali, che sta dando risultati positivi. Il Consiglio europeo di febbraio 2013 ha deciso la costituzione di una Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile, dotata di 6 miliardi di euro per il periodo 2014-2020. Il Consiglio europeo del marzo scorso ha infine indicato una serie di priorita' di azione, sottolineando come 'affrontare la disoccupazione e' la sfida sociale piu' importante che ci troviamo davanti. Si tratta di passi avanti importanti, ma non sufficienti. Vi sono diversi fronti su cui dobbiamo e possiamo fare di piu''', ha incalzato in conclusione il presidente del Consiglio.

com-brm/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Aborto
Aborto, Bindi: bene Zingaretti, se Lorenzin non d'accordo lasci
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech