mercoledì 07 dicembre | 19:59
pubblicato il 25/mag/2013 15:59

Lavoro: Letta a Van Rompuy, necessario creare mercato europeo

Lavoro: Letta a Van Rompuy, necessario creare mercato europeo

(ASCA) - Roma, 25 mag - Per dare battaglia alla disocupazione giovanile ''bisogna stimolare la creazione di un vero mercato del lavoro europeo, rimuovendo le barriere che ancora impediscono la fluidita' della libera circolazione dei lavoratori, anche mediante nuove iniziative legislative da parte della Commissione, rafforzare il sistema EURES e migliorare il coordinamento tra i servizi pubblici per l'impiego nazionali. E' necessario investire in uno statuto europeo dell'apprendistato, sulla base di un quadro comune di qualita'''. Lo scive il presidente del Consiglio, Enrico Letta, nella missivainviata al presidente del consiglio europeo, Herman Van Rompuy, dopo l'annuncio che la lotta alla disoccupazione, specie quella giovanile, sara' al centro del prossimo vertice europeo di giugno. Secondo il premier, ''dobbiamo inoltre mobilitare tutte le fonti di finanziamento possibili a livello europeo e in particolare accelerare le fasi preparatorie della nuova Iniziativa per l'occupazione giovanile in modo da poter procedere con l'erogazione dei primi finanziamenti gia' all'inizio del 2014. Infatti, se abbiamo la possibilita' di concentrare i 6 miliardi di euro nella primissima fase del nuovo ciclo di bilancio, potremo valutare sulla base dei risultati raggiunti se e come aumentare la dotazione finanziaria''. Accanto a questo e' necessario ''usare tutto il potenziale del Fondo Sociale Europeo. Il Consiglio europeo dovrebbe dare indicazioni affinche' il Fondo possa incentivare la creazione di nuova occupazione per i giovani, anche finanziando tagli agli oneri fiscali e contributivi per le nuove assunzioni.

L'elevato carico fiscale e contributivo che grava sul lavoro e', infatti, uno dei fattori che piu' frenano la creazione di nuova occupazione e la competitivita', come ricordato dal Consiglio europeo del 14 e 15 marzo scorso''.

Nella missiva il presidente del Consiglio ha poi sottolineato l'importanza di ''ricordare il ruolo delle PMI nella creazione di lavoro. Occorre rafforzare i finanziamenti della BEI per le PMI che creano occupazione giovanile, anche esaminando forme di maggior coordinamento con i fondi strutturali dell'Unione. Dati i limiti del bilancio dell'Unione, ulteriori risorse dovranno venire dai bilanci nazionali. E' necessario allora riflettere su come ampliare gli spazi disponibili per le finanze pubbliche nazionali, sfruttando le possibilita' offerte dal Patto di Stabilita' e di crescita. Ad esempio, facendo seguito alle conclusioni del Consiglio europeo di marzo 2013, e' necessario riconoscere per gli Stati che si trovano nella parte preventiva del Patto la possibilita' di beneficiare di reali margini di flessibilita' per investimenti volti alla promozione dell'occupazione. Questi interventi devono, ovviamente, essere parte di un quadro complessivo di riforme nel contesto del semestre europeo. Mi auguro - ha concluso Letta - di poter approfondire insieme questi temi in occasione del nostro incontro a Roma il prossimo 31 maggio''.

com-brm/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni