venerdì 24 febbraio | 19:26
pubblicato il 24/set/2013 14:00

Lavoro: Legnini, serve battaglia per piu' sicurezza

Lavoro: Legnini, serve battaglia per piu' sicurezza

(ASCA) - Roma, 24 set - ''La sicurezza sui luoghi di lavoro la si fa con il rafforzamento delle leggi ma soprattutto con l'accrescimento della cultura della sicurezza'' che ''e' come la lotta all'evasione fiscale: puoi fare tutte le leggi che vuoi ma se non c'e' sensibilizzazione sul tema, se non c'e' il radicamento sociale di una cultura di prevenzione, l'obiettivo diventa sempre piu' difficile da perseguire''. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'editoria, Giovanni Legnini, interviene cosi' nel corso della presentazione del premio giornalistico 'Pietro di Donato', ideato del comune di Taranta Peligna, in provincia di Chieti, e riservato al miglior articolo o alla migliore inchiesta sul tema della sicurezza in ambiente di lavoro.

Il comune abruzzese rende omaggio a uno dei suoi figli: lo scrittore italo-americano Pietro Di Donato che divenne famoso per il suo best seller 'Cristo fra i muratori', romanzo di forte denuncia sociale nel quale l'autore racconta la morte del padre in un cantiere di lavoro edile a causa delle inesistenti misure di sicurezza.

''Da abruzzese sono sostenitore ed estimatore del premio e da delegato della presidenza del Consiglio all'editoria - aggiunge Legnini - vorrei rivolgere un invito ai giornalisti a partecipare a questa grande iniziativa''.

Interviene in conferenza stampa anche Fausto Bertinotti, ex presidente della Camera e presidente della giuria del premio, per il quale il problema e' ''non solo la morte sul lavoro ma l'ingiustizia che fa da corredo a questa''. Una menzione Bertinotti la dedica al Comune di Taranta Peligna, ''comunita' che dimostra di aver tanto vissuto questo premio''. Si parla di un Paese di ''399 abitanti ed e' straordinario che da un Comune cosi' piccolo possa partire un premio giornalistico''. Il premio, spiega il sindaco di Taranta Peligna, Marcello Di Martino, ''si ripropone di far accrescere in tutti i settori la sensibilita' nei confronti della sicurezza in ambiente di lavoro e di far mantenere alta l'attenzione dei cittadini su questo tema di drammatica attualita', attraverso un'azione capillare e permanente di sensibilizzazione e di informazione e nello stesso tempo di far conoscere l'opera e l'impegno civile dello scrittore italo-americano Pietro Di Donato''.

La Giuria del Premio e' composta, oltre che da Fausto Bertinotti, da Tiziano Treu, gia' senatore ed ex ministro del Lavoro, da Enzo Jacopino, Presidente dell'Ordine dei Giornalisti e dalla giornalista Lucia Annunziata. ceg/fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech