sabato 21 gennaio | 17:09
pubblicato il 29/ago/2014 10:17

Lavoro: Landini, da noi niente veti. Renzi interlocutore attento

(ASCA) - Roma, 29 ago 2014 - ''Bisogna avere in mente che si difende il lavoro se si difende il Paese. Bisogna proporre soluzioni, il resto sono chiacchiere. Noi non vogliamo essere un sindacato ne' di governo ne' di opposizione, ma un soggetto indipendente, democratico che ha un'idea della politica industriale per il rilancio del Paese. Io l'interlocuzione l'ho cercata con tutti i governi se la trovo adesso con questo non sono io che ho cambiato strategia. Poi e' chiaro che ci sono punti di vista ancora molto distanti.

Io voglio poter dire la mia, ma senza porre veti perche' un governo ha poi il diritto di decidre''. Lo afferma il leader della Fiom, Maurizio Landini a Il corriere della sera.

red-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4