lunedì 23 gennaio | 11:35
pubblicato il 27/ago/2014 15:57

Lavoro: Ichino (Sc),con riforma tosta da Ue flessibilita' debito-deficit

(ASCA) - Roma, 27 ago 2014 - ''Se il governo italiano dovesse presentarsi a Bruxelles con la riforma del Codice semplificato interamente ispirata ai princi'pi della flexsecurity, questo gli dara' un prestigio e un potere negoziale persino superiore a quello guadagnato dal governo spagnolo con la sua riforma del lavoro''. Lo afferma in una intervista rilasciata a Il Foglio il senatore di Scelta civica, Pietro Ichino, relatore a Palazzo Madama del disegno di legge delega sul Lavoro.

''Personalmente - si sbilancia Ichino - su questo tema sono ottimista. Renzi si e' impegnato in modo troppo esplicito e ripetuto sul capitolo del Codice semplificato del lavoro, prima e dopo l'assunzione della carica di capo del governo, perche' ora possa pensare a rinvii o a misure pasticciate''. E anche sul capitolo dell'art.18 In molti fingono di dimenticarselo ma questo impegno, tre mesi fa, e' stato ribadito nelle prime righe del decreto Poletti, con il consenso di tutta la maggioranza. In molti fingono di dimenticarselo ma questo impegno, tre mesi fa, e' stato ribadito nelle prime righe del decreto Poletti, con il consenso di tutta la maggioranza''. Nella premessa al decreto non c'e' alcun accenno al capitolo relativo all'articolo 18, continua Ichino, che spiega pero' che ''quella premessa preannuncia la trasformazione del contratto a tempo indeterminato secondo il modello del contratto a protezione crescente. Questo implica che si riscriva la disciplina dei licenziamenti. Ma soprattutto preannuncia l'emanazione del Codice semplificato, che significa riscrivere l'intera legislazione del lavoro di fonte nazionale. E l'impegno, insisto, e' nel senso di farlo sotto il segno della flexsecurity, che e' l'esatto contrario del regime di job property che ha caratterizzato il mercato del lavoro italiano nell'ultimo mezzo secolo''. ''E comunque sarebbe davvero curioso - conclude - anzi, sarebbe proprio il segno dell'incapacita' di riformare il sistema - che si riscrivesse tutto lo Statuto dei lavoratori, tranne il solo articolo 18...''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4