martedì 06 dicembre | 09:47
pubblicato il 27/ago/2014 15:57

Lavoro: Ichino (Sc),con riforma tosta da Ue flessibilita' debito-deficit

(ASCA) - Roma, 27 ago 2014 - ''Se il governo italiano dovesse presentarsi a Bruxelles con la riforma del Codice semplificato interamente ispirata ai princi'pi della flexsecurity, questo gli dara' un prestigio e un potere negoziale persino superiore a quello guadagnato dal governo spagnolo con la sua riforma del lavoro''. Lo afferma in una intervista rilasciata a Il Foglio il senatore di Scelta civica, Pietro Ichino, relatore a Palazzo Madama del disegno di legge delega sul Lavoro.

''Personalmente - si sbilancia Ichino - su questo tema sono ottimista. Renzi si e' impegnato in modo troppo esplicito e ripetuto sul capitolo del Codice semplificato del lavoro, prima e dopo l'assunzione della carica di capo del governo, perche' ora possa pensare a rinvii o a misure pasticciate''. E anche sul capitolo dell'art.18 In molti fingono di dimenticarselo ma questo impegno, tre mesi fa, e' stato ribadito nelle prime righe del decreto Poletti, con il consenso di tutta la maggioranza. In molti fingono di dimenticarselo ma questo impegno, tre mesi fa, e' stato ribadito nelle prime righe del decreto Poletti, con il consenso di tutta la maggioranza''. Nella premessa al decreto non c'e' alcun accenno al capitolo relativo all'articolo 18, continua Ichino, che spiega pero' che ''quella premessa preannuncia la trasformazione del contratto a tempo indeterminato secondo il modello del contratto a protezione crescente. Questo implica che si riscriva la disciplina dei licenziamenti. Ma soprattutto preannuncia l'emanazione del Codice semplificato, che significa riscrivere l'intera legislazione del lavoro di fonte nazionale. E l'impegno, insisto, e' nel senso di farlo sotto il segno della flexsecurity, che e' l'esatto contrario del regime di job property che ha caratterizzato il mercato del lavoro italiano nell'ultimo mezzo secolo''. ''E comunque sarebbe davvero curioso - conclude - anzi, sarebbe proprio il segno dell'incapacita' di riformare il sistema - che si riscrivesse tutto lo Statuto dei lavoratori, tranne il solo articolo 18...''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari