venerdì 24 febbraio | 20:42
pubblicato il 27/ago/2014 15:57

Lavoro: Ichino (Sc),con riforma tosta da Ue flessibilita' debito-deficit

(ASCA) - Roma, 27 ago 2014 - ''Se il governo italiano dovesse presentarsi a Bruxelles con la riforma del Codice semplificato interamente ispirata ai princi'pi della flexsecurity, questo gli dara' un prestigio e un potere negoziale persino superiore a quello guadagnato dal governo spagnolo con la sua riforma del lavoro''. Lo afferma in una intervista rilasciata a Il Foglio il senatore di Scelta civica, Pietro Ichino, relatore a Palazzo Madama del disegno di legge delega sul Lavoro.

''Personalmente - si sbilancia Ichino - su questo tema sono ottimista. Renzi si e' impegnato in modo troppo esplicito e ripetuto sul capitolo del Codice semplificato del lavoro, prima e dopo l'assunzione della carica di capo del governo, perche' ora possa pensare a rinvii o a misure pasticciate''. E anche sul capitolo dell'art.18 In molti fingono di dimenticarselo ma questo impegno, tre mesi fa, e' stato ribadito nelle prime righe del decreto Poletti, con il consenso di tutta la maggioranza. In molti fingono di dimenticarselo ma questo impegno, tre mesi fa, e' stato ribadito nelle prime righe del decreto Poletti, con il consenso di tutta la maggioranza''. Nella premessa al decreto non c'e' alcun accenno al capitolo relativo all'articolo 18, continua Ichino, che spiega pero' che ''quella premessa preannuncia la trasformazione del contratto a tempo indeterminato secondo il modello del contratto a protezione crescente. Questo implica che si riscriva la disciplina dei licenziamenti. Ma soprattutto preannuncia l'emanazione del Codice semplificato, che significa riscrivere l'intera legislazione del lavoro di fonte nazionale. E l'impegno, insisto, e' nel senso di farlo sotto il segno della flexsecurity, che e' l'esatto contrario del regime di job property che ha caratterizzato il mercato del lavoro italiano nell'ultimo mezzo secolo''. ''E comunque sarebbe davvero curioso - conclude - anzi, sarebbe proprio il segno dell'incapacita' di riformare il sistema - che si riscrivesse tutto lo Statuto dei lavoratori, tranne il solo articolo 18...''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech