venerdì 20 gennaio | 03:09
pubblicato il 13/nov/2013 16:23

Lavoro: Giovannini, massimo impegno Governo su risorse Cig in deroga

Lavoro: Giovannini, massimo impegno Governo su risorse Cig in deroga

(ASCA) - Roma, 13 nov - Nella definizione del decreto interministeriale sui requisiti di accesso agli ammortizzatori in deroga, che ''operera' soltanto per decreti futuri'' e non ''retroattivamente, il Parlamento sara' ampiamente coinvolto''. Lo ha reso noto il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Enrico Giovannini, nel corso del question time alla Camera rispondendo a interrogazioni sulle richieste di accesso alla cassa integrazione guadagni in deroga. ''Il cosiddetto decreto 'criteri' non sara' emanato d'imperio - ha aggiunto -, al contrario c'e' un percorso articolato e partecipato, il piu' ampiamente condiviso, con il pieno coinvolgimento della conferenza Stato-regioni, delle competenti commissioni parlamentari e delle parti sociali''. Giovannini ha evidenziato come per la Cig in deroga ''nel 2013 sono state destinate complessivamente risorse pari a 2 miliardi e 205 milioni di euro piu' 287 milioni a carico del fondo di coesione per le Regioni obiettivo convergenza, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia''. In particolare ''per la Calabria, i quattro decreti susseguitisi nel 2013 hanno attribuito risorse pari a oltre 116 milioni di euro''.

''C'e' l'esigenza di disporre per l'anno in corso e per il prossimo anno di adeguate risorse - ha aggiunto Giovannini -.

Abbiamo a cuore il tema e operiamo con grande rapidita'''. Il ministro ha annunciato per l'anno in corso l'impegno del governo a stanziare ''ulteriori 380 milioni di euro'', mentre per il 2014 ''nella legge di stabilita' c'e' l'impegno per 600 milioni di euro in piu''', considerando inoltre l'avvio del ''meccanismo dei fondi di solidarieta' bilateriali previsto dalla legge 92 del 2012, che consentira' una maggior armonizzazione anche a livello territoriale delle politiche di sostegno al reddito''. Per il ministro del Lavoro ''se l'economia non riprende a crescere in modo persistente e consistente non riusciremo a riassorbire tutta la disoccupazione e la crisi ci lascia un capitale umano depauperato. C'e' bisogno di investire per ricostituire quel capitale umano, che e' uno dei motori della crescita, e c'e' la possibile considerazione di queste spese nel patto di stabilita'''.

Tornando ai numeri della cassa integrazione in deroga, ad ottobre 2012, ultimo dato Inps disponibile, sono 186.000 ''i soggetti beneficiari'' dello strumento di sostegno al reddito. ''Confermo - ha poi affermato Giovannini - la realizzazione in corso della banca dati delle politiche attive e passive, che consentira' agli operatori del settore, in primis al ministero, di disporre di uno strumento conoscitivo in materia, favorendo l'incontro tra domanda e offerta ed un miglior monitoraggio delle diverse forme di integrazione al reddito''. gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale