martedì 24 gennaio | 00:04
pubblicato il 15/mar/2014 12:45

Lavoro: Gelmini, Renzi mostri coraggio e Forza Italia valutera'

Lavoro: Gelmini, Renzi mostri coraggio e Forza Italia valutera'

(ASCA) - Roma, 15 mar 2014 - ''La liberalizzazione annunciata dei contratti a termine e la riforma dell'apprendistato ha provocato la levata di scudi della Cgil e della sinistra ''polverosa'' prima ancora di assumere la veste del provvedimento. I contestatori sono gli stessi che hanno promosso la riforma Fornero e che pensano di poter cambiare la realta' per decreto. Contro Renzi si ritrovano le stesse truppe, magari assottigliate, da anni in trincea contro i contratti temporanei anche a costo di veder crescere le schiere dei disoccupati''. Lo dichiara in una nota Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

''Ignorare che nel 2013 il 70,4% dei contratti di lavoro sono stati stipulati con contratti a tempo determinato e che le imprese dicono che assumerebbero di piu' se saranno eliminati le limitazioni sulla causale di utilizzo e sulle proroghe e rinnovi, significa ignorare la realta'.

L'abolizione di alcuni odiosi vincoli della legge Fornero portera' ad un aumento dell'occupazione. E' vero che l'intervento di Renzi contiene luci e ombre e che siamo in attesa di verificare le coperture economiche, ma e' anche vero che i due interventi di semplificazione dell'utilizzo del contratto a termine e dell'apprendistato sono quanto chiedeva Forza Italia per consentire alle aziende di assumere anche in un quadro economico ancora incerto.

Forza Italia propone di affiancare la liberalizzazione della flessibilita' in entrata con piu' efficienti servizi al lavoro, senza prevedere nuovi carrozzoni pubblici, e con politiche attive centrate sulle persone, che diano la possibilita' di una loro rapida ricollocazione nel mercato del lavoro, come stiamo facendo in Lombardia con dote unica lavoro'', aggiunge Gelmini.

''A Renzi chiediamo piu' coraggio sull'apprendistato prevedendo il contratto gia' a 14 anni, come ipotizzava originariamente la legge Biagi, per consentire ai giovani di raggiungere un titolo di studio attraverso il lavoro, secondo il modello duale tedesco. Il premier si muova su questa strada, non si lasci irretire dalla resistenze e dai birignao della sinistra ideologica e della Cgil, e tenga la barra dritta: Forza Italia, senza paraocchi e senza pregiudizi, sapra' valutera' con attenzione'', conclude Gelmini.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4