sabato 03 dicembre | 07:44
pubblicato il 30/set/2014 16:07

Lavoro: Gasparri, no tutela eterna a chi causa danni a azienda

(ASCA) - Roma, 30 set 2014 - ''Interessante il dibattito nel Pd, talmente impegnato nel suo congresso permanente che ha proposto per il Csm una persona senza titoli e quindi subito estromessa con colossale figuraccia per il partito di Renzi.

Ma alla fine, in materia di lavoro, la montagna partorisce un topolino. La questione dei licenziamenti disciplinari, ricordo la vicenda Fiat-Melfi con sorprendenti reintegri finali, non e' secondaria. Si rischia di rendere eterna la tutela di chi causa deliberatamente danni alla propria azienda. Insomma, guardiamo bene i contenuti prima di ipotizzare voti o aperture. L'unica cosa vera Renzi l'ha detta rilevando che in cinque anni la disoccupazione e' raddoppiata, dal 7 al 14 per cento. Cinque anni fa governava Berlusconi e da allora speculazioni, manovre politiche, aggressioni giudiziarie contro Berlusconi ci hanno ridotto cosi'. Renzi ammette che Berlusconi e' piu' bravo di lui e dei tristi Monti e Letta''. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI).

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari