domenica 04 dicembre | 05:38
pubblicato il 21/mar/2014 13:32

Lavoro: Fassina, nuove norme contratti a termine peggio di stop art.18

(ASCA) - Roma, 21 mar 2014 - Le norme sui contratti a termine che entrano oggi in vigore con il Dl lavoro sono ''piu' gravi dell'abolizione dell'articolo 18. E' una regressione del mercato del lavoro''. Lo ha dichiarato il deputato del Pd Stefano Fassina ai microfoni di Sky Tg 24. Per Fassina sono due i punti principali che non funzionano nel provvedimento: ''I contratti a termine senza causa non possono avere durata di 3 anni e 8 proroghe. Vuole dire un aumento della precarieta' e una riduzione dei posti di lavoro. Lo stesso vale per l'apprendistato: non si capisce perche' bisogna dare agevolazioni se poi non c'e' obbligo ad assumere''. L'ex-viceministro dell'Economia ha quindi aggiunto: ''Noi, in Parlamento, presenteremo degli emendamenti e speriamo che il governo mostri disponibilita'''. sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari