sabato 25 febbraio | 02:11
pubblicato il 10/gen/2014 09:20

Lavoro: Fassina, Job Act condivisibile ma non e' un piano (Stampa)

Lavoro: Fassina, Job Act condivisibile ma non e' un piano (Stampa)

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - ''Non e' un piano, e' un indice di titoli, largamente condivisibili visto che coincidono in gran parte con quelli contenuti nel documento sul lavoro approvato dall'Assemblea nazionale del Pd nel maggio 2010, e gia' richiamati nel programma del governo Letta''. L'ex vice-ministro dell'Economia, Stefano Fassina, esponente del Pd, commenta cosi' in un'intervista al quotidiano 'La Stampa', il Job Act di Matteo Renzi.

''Mancano due titoli decisivi'', afferma Fassina, ''una radicale correzione di rotta della politica mercantilista dell'eurozona'' e ''una redistribuzione del tempo di lavoro.

Non le 35 ore, ma pensioni flessibili, contratti di solidarieta', part time, congedi parentali''. Per Fassina ''i titoli presentati si limitano all'ambito delle misure dal lato dell'offerta, mentre abbiamo un drammatico bisogno di sostenere la domanda effettiva''. sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech