sabato 03 dicembre | 19:33
pubblicato il 26/set/2013 14:00

Lavoro: Errani a Giovannini, assegnare fondi per ammortizzatori sociali

(ASCA) - Roma, 26 set - La Conferenza delle Regioni ha espresso oggi preoccupazione per le risorse stanziate dal D.L. 102/2013: ''Si tratta di risorse che pur rappresentando un passo in avanti - ha spiegato il presidente Vasco Errani - sono insufficienti a coprire il fabbisogno relativo agli ammortizzatori sociali in deroga per l'anno 2013. Oggi invieremo una lettera al Ministro con la proposta per ripartire i 500 milioni stanziati dal decreto, ma - ha proseguito Errani - torneremo anche a sollecitare il Governo chiedendo di garantire la copertura integrale del fabbisogno dell'anno in corso''.

''Siamo fortemente preoccupati - ha aggiunto Gianfranco Simoncini che coordina la materia lavoro nell'ambito della IX Commissione della Conferenza delle Regioni - perche' il Governo non ha ancora formalizzato alle Regioni la proposta relativa ai criteri di accesso (previsti dall'art. 4 del D.L.

54/2013). Chiediamo in ogni caso, come ha sottolineato il Presidente Errani, l'assegnazione alle Regioni dei 500 milioni stanziati che pur essendo insufficienti rispetto alle domande gia' pervenute possono comunque dare una risposta a migliaia di lavoratori. Quanto alla proposta di riparto relativa a questi 500 milioni di euro che oggi il Presidente Errani inviera' al Ministro Giovannini - ''abbiamo proceduto con senso di responsabilita' - ha aggiunto Simoncini - riducendo al 60% il peso della spesa storica, dando un maggiore riconoscimento al numero dei dipendenti nelle regioni. ''Stiamo poi gia' lavorando - ha preannunciato Simoncini - anche alla definizione di una proposta di riparto delle risorse per il 2014, prevedendo di dare un peso minore al criterio della spesa storica, ma contemporaneamente stiamo sottolineando con forza in tutte le sedi che gli stanziamenti previsti per il prossimo biennio sono insufficienti per far fronte alla richiesta di trattamenti in deroga da parte delle imprese. Bisogna che nella Legge di Stabilita' siano previste risorse adeguate al fabbisogno futuro''.

''In realta' - ha concluso il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani - l'attuale sistema degli ammortizzatori sociali in deroga non e' piu' sostenibile e occorre una riforma di tale sistema in chiave universalistica, anche per garantire una uguale copertura a tutti i lavoratori''.

rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Riforme
Referendum, Grillo: Paese spaccato, vincere o perdere è uguale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari