domenica 26 febbraio | 00:36
pubblicato il 03/lug/2014 20:02

Lavoro: Damiano (Pd), serve abbattere costo, non depotenziare Art. 18

(ASCA) - Roma, 3 lug 2014 - ''Se vogliamo incoraggiare gli imprenditori ad assumere a tempo indeterminato dobbiamo diminuire drasticamente il costo del lavoro, a partire da un ulteriore taglio dell'Irap. Alcuni nostalgici sono ancora fermi, invece, alla proposta del taglio delle tutele, con l'obiettivo di depotenziare l'Articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Soluzione che da tempo non riveste alcun interesse per le imprese''. Lo afferma in una nota Cesare Damiano (Pd), presidente della Commissione Lavoro della Camera.

''Definire le tutele crescenti e' molto semplice: durante la prova, che puo' durare fino a tre anni, il lavoratore non ha la protezione contro i licenziamenti, se non l'indennizzo monetario. Terminato il periodo, se si passa alla stabilizzazione del lavoro si dovranno avere, di conseguenza, tutte le protezioni attualmente previste dall'Articolo 18.

Appunto tutele crescenti e non decrescenti o stabili'', conclude Damiano.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech