lunedì 20 febbraio | 09:39
pubblicato il 09/dic/2013 19:19

Lavoro: Consiglio Ue accoglie riforma su distaccati

(ASCA) - Bruxelles, 9 dic - I paesi membri hanno adottato a maggioranza un testo di accordo sulle nuove regole per i lavoratori distaccati. Il testo ha visto il voto contrario di Estonia, Lettonia, Malta, Repubblica ceca, Regno Unito, Slovacchia e Ungheria, ma ci sono i numeri per avviare i negoziati tra Parlamento e Consiglio. La nuova proposta di direttiva, tra le altre cose, a chiarire meglio cosa si intende per ''lavoratore distaccato'' e attuare una cooperazione tra le autorita' nazionali responsabili della gestione dei lavoratori distaccati per un migliore scambio di informazioni e controlli. Ai datori di lavoro viene chiesto di designare una pesona responsabile di dichiarare il numero dei dipendenti distaccati e il loro nome, la loro data di inizio e fine lavoro e la natura del servizio.

L'accordo va nella giusta direzione, a detta del commissario europeo per il Lavoro e gli Affari sociali, Laszlo Andor. ''E' urgente rafforzare la salvaguardia dei diritti dei lavoratori e dare certezza alla aziende''.

bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia