mercoledì 22 febbraio | 17:31
pubblicato il 14/mag/2013 11:15

Lavoro: Censis-Ismu, causa crisi molti italiani iniziano a fare badanti

Lavoro: Censis-Ismu, causa crisi molti italiani iniziano a fare badanti

(ASCA) - Roma, 14 mag - Spinti dalla disoccupazione gli italiani iniziano ad accostarsi a professioni ritenute umili come quella del collaboratore domestico. Se, infatti, il 71% dei circa 1,6 milioni di collaboratori domestici operativi in Italia ha scelto tale lavoro per necessita' e il 35,4% perche' ha perso il precedente lavoro, quest'ultima percentuale sale tra gli italiani al 41%. Lo attesta una ricerca realizzata dal Censis e dalla Fondazione iniziative e studi sulla multietnicita' (Ismu) per il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e presentata oggi a Roma. Malgrado cio' - evidenzia lo studio - le opportunita' occupazionali e reddituali hanno fatto apprezzare ai piu' la scelta compiuta: la maggioranza (il 70%) considera l'attuale occupazione ormai stabile e solo il 16% sta cercando attivamente un lavoro piu' soddisfacente (tra gli italiani il 25%). com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe