martedì 17 gennaio | 22:31
pubblicato il 24/mar/2012 18:37

Lavoro, battute fuorionda tra Fini, Monti e Camusso -VideoDoc

Premier: "Mi hanno fatto testa così per chiudere prima di Asia"

Lavoro, battute fuorionda tra Fini, Monti e Camusso -VideoDoc

Cernobbio (askanews) - Scambio di battute sulla riforma del lavoro tra il premier Mario Monti, il segretario della Cgil, Susanna Camusso, e il presidente della Camera, Gianfranco Fini a Villa d'Este. Dopo il pranzo, durante il forum di Confcommercio a Cernobbio, Monti e Camusso si sono concessi una passeggiata sul lungolago. Raggiunti da Fini i tre si sono fermati qualche minuto per un saluto insieme al presidente dei commercianti Carlo Sangalli. Un breve dialogo a quattro in cui si è parlato di riforma in modo più disteso, quasi scherzoso, rispetto ai toni aspri del confronto degli ultimi giorni. Di seguito lo scambio di battute ripreso dai microfoni di TMNews.Sangalli ironizza con Camusso: "Sei arrivata a on arrabbiarti con me". Monti: "E mi sembra che non parta senza aver fatto tanto la pace". A questo punto si inserisce Fini che chiede al premier quando partirà per il viaggio istituzionale in Asia. "Parto domani pomeriggio - ha risposto il premier - starò via otto giorni". "Quando a tavola (a pranzo, ndr) qualcuno mi ha chiesto quando partivo - ha aggiunto - ha risposto Camusso, perchè mi hanno fatto tutti una testa così sul fatto che dovevamo concludere entro la partenza". Pronta la battuta del leader della Cgil: "Lunedì aveva deciso che anticipava" (alla vigilia dell'incontro decisivo di martedì sulla riforma)."Il governo ha concluso - ha aggiunto subito Fini - ora tocca al Parlamento come si conviene. E alle parti sociali - ha scherzato - si dà la possibilità... di guardare". E la Camusso, con ironia: "Che guardare, premere". Uno scambio in cui è intervenuto Monti, un po' più serio, rivolto al segretario Cgil: "Pensi che il Parlamento sia impermeabile alle parti sociali?". E la Camusso: "No, il Parlamento non può essere impermeabile alla vita sociale del Paese. Le parti sociali sono il fondamento della vita sociale del Paese". E il premier l'ha rassicurata: "No, non è impermeabile alla vita sociale".A interrompere il discorso, prima che diventasse serio, è intervenuto Fini ironico: "Attenzione - ha avvertito gli interlocutori - quello che stiamo dicendo domani sarà scritto".

Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa