lunedì 05 dicembre | 18:12
pubblicato il 31/mag/2013 12:00

Lavoro/ Bagnasco: Intervenire subito per evitare nuovi drammi

'Problema disoccupazione è prioritario'

Lavoro/ Bagnasco: Intervenire subito per evitare nuovi drammi

Genova , 31 mag. (askanews) - L'emergenza disoccupazione "non è una novità. I drammi già ci sono purtroppo e ci auguriamo tutti che non aumentino. Bisogna intervenire rapidamente". Lo ha detto l'arcivescovo di Genova e presidente della Cei, cardinale angelo Bagnasco, a margine dell'inaugurazione di un nuovo centro della Comunità di Sant'Egidio nel quartiere genovese di Cornigliano. "Il problema della mancanza di lavoro - ha sottolineato il cardinale - è prioritario perché la gente non vada nell'angoscia più totale. Ormai si tratta di arrivare non solo alla fine del mese ma al giorno dopo". Secondo il presidente della Cei, "bisogna intervenire rapidamente su questo settore che è prioritario rispetto a tante altre urgenze che ci sono nel nostro Paese ma -ha precisato- ci deve essere un criterio per giudicare la precedenza: cosa pesa di più nel cuore e nella carne della gente?"

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari