venerdì 20 gennaio | 08:47
pubblicato il 10/nov/2011 21:16

La tela di Napolitano:vede Monti, sente Obama. "Italia ce la fa"

A professore, presidente mostra nota premier su nomina a senatore

La tela di Napolitano:vede Monti, sente Obama. "Italia ce la fa"

Roma, 10 nov. (askanews) - "Sono sicuro che l'Italia sarà all'altezza del compito". All'indomani di una giornata nera per le Borse e insieme decisiva per l'avvio della crisi di governo, Giorgio Napolitano esordisce con una iniezione di fiducia. Il presidente della Repubblica parla di primo mattino all'ambasciata finlandese, ad un convegno su Risorgimento e Stati nazionali in Europa. Il messaggio è che il paese ce la può fare, ma deve essere consapevole di avere davanti "scelte molto difficili e politicamente ardue" per arrivare al "risanamento finanziario" e rilanciare la crescita economica e sociale. E' quanto mai necessario far presto: "L'Europa - sottolinea il capo dello Stato - attende con urgenza segni importanti di piena assunzione di responsabilità da parte di uno degli Stati fondatori". E visto che non bisogna perder tempo, subito dopo il breve saluto a Villa Lante, Napolitano torna al Quirinale per un'altra giornata densa di mosse sullo scacchiere della crisi economica italiana e internazionale. Nel pomeriggio, il capo dello Stato riceve al Colle Mario Monti. Un incontro di cortesia, il professore esprime "vivo ringraziamento" per la nomina a senatore a vita annunciata a sorpresa ieri sera dal presidente della Repubblica. Il colloquio dura due ore. Napolitano e Monti si scambiano opinioni sulla crisi economica mondiale e italiana. E, a quanto si apprende, sarebbe stato proprio il presidente della Repubblica a mostrare a Monti la nota con la quale Silvio Berlusconi gli augura buon lavoro per la nomina a senatore a vita. Sembrerebbe che Monti, di ritorno in Italia da Berlino, non ne fosse a conoscenza. Il nome dell'ex commissario Ue è l'unico che ormai circola nelle ipotesi di un governo di larghe intese per il dopo-Berlusconi. E i fatti di oggi sgomberano il campo da altri papabili per Palazzo Chigi, tanto più che mezzo mondo, da piazza Affari ai mercati internazionali fino alla stampa estera, hanno di fatto salutato il nome di Monti come il salvatore dell'Italia. Degli ultimi sviluppi della situazione politica italiana, Napolitano ha parlato anche con Barack Obama, in un "cordiale colloquio" telefonico. E il presidente degli Stati Uniti gli ha espresso fiducia nella capacità del nostro paese di gestire la crisi del debito.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Terremoti
Terremoto, Salvini in Abruzzo: chiedo a Gentiloni 100mln di euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale