sabato 03 dicembre | 00:06
pubblicato il 15/nov/2014 14:13

La Russa: devolvere incasso Italia-Croazia ad alluvionati Genova

Sarebbe davvero un bel gesto di solidarietà e vicinanza

La Russa: devolvere incasso Italia-Croazia ad alluvionati Genova

Roma, 15 nov. (askanews) - "Bene ha fatto la Figc, tornando sui propri passi, a stabilire che le iniziative di fund raising per gli alluvionati di Genova non saranno legate all'acquisto del biglietto della partita Italia-Albania che si giocherà proprio nella città ligure il 18 novembre. Sarebbe stata una inutile partita di giro visto che a comprare quei biglietti sarebbero stati gli stessi liguri a cui poi veniva girato l'incasso". Lo dichiara Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale.

"Ritengo però - prosegue - che la stessa Figc possa e debba devolvere agli alluvionati l'intero incasso della partita che si giocherà domani sera a Milano tra Italia e Croazia. La prevendita dei biglietti procede a gonfie vele e devolvere l'intero incasso della partita sarebbe davvero un bel gesto di solidarietà e vicinanza al popolo ligure".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari