venerdì 24 febbraio | 23:34
pubblicato il 20/mag/2016 16:55

L'ultima lettera di Pannella al Papa: "Ti voglio bene davvero"

Una missiva di fine aprile: "Sempre accanto agli ultimi"

L'ultima lettera di Pannella al Papa: "Ti voglio bene davvero"

Roma, (askanews) - "Ti voglio davvero bene, tuo Marco": si conclude così la lettera che Marco Pannella aveva inviato a Papa Francesco il 22 aprile scorso, all'indomani della visita di Bergoglio sull'Isola di Lesbo. Una lettera affettuosa ed emozionante, pubblicata da Famiglia Cristiana.

"Caro Papa Francesco, ti scrivo dalla mia stanza all'ultimo piano - vicino al cielo - per dirti che in realtà ti stavo vicino a Lesbo quando abbracciavi la carne martoriata di quelle donne, di quei bambini, e di quegli uomini che nessuno vuole accogliere in Europa. Questo è il Vangelo che io amo - scriveva lo storico leader dei Radicali in una delle ultime sue missive - e che voglio continuare a vivere accanto agli ultimi, quelli che tutti scartano". E poi, tutto in maiuscolo: "TI VOGLIO BENE DAVVERO. TUO MARCO".

Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech