lunedì 20 febbraio | 09:56
pubblicato il 12/gen/2017 18:28

L'anno scorso ai partiti 11,7 mln dal 2 per mille. La metà al Pd

Ma solo 2,38% contribuenti sceglie di destinare fondi a politica

L'anno scorso ai partiti 11,7 mln dal 2 per mille. La metà al Pd

Roma, 12 gen. (askanews) - I partiti politici italiani sono stati i beneficiari l'anno scorso di 11,7 milioni di euro grazie al 2 per mille dell'Irpef. E' quanto ha reso noto il Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia che ha pubblicato i dati relativi alla scelta dei contribuenti sul 2 per mille dell'Irpef ai partiti politici, riferiti alle dichiarazioni dei redditi del 2016 (anno di imposta 2015).

Ma restano pochi i cittadini che decidono di destinare il due per mille della propria dichiarazione dei redditi a un partito politico: il 2,38% della popolazione. Praticamente meno di un milione di contribuenti su un totale di 40 milioni e 716.548. La somma totale erogata, comunque, è stata ridotta proporzionalmente al tetto massimo di 9.600.000 euro previsto per legge, la differenza è stata poi erogata nel 2016. M5s non beneficia del 2 per mille perchè non essendo il "non statuto" che lo disciplina in regola con le previsioni della legge sul rimborso ai partiti contestata dai Cinque Stelle non può ricevere versamenti.

A incassare più finanziamenti di tutti è stato di gran lunga il Pd a cui sono stati assegnati oltre 6,4 milioni di euro, al secondo posto la Lega Nord con oltre 1 milione e 400 mila euro e circa il 13% dei contribuenti che hanno scelto un partito. Terza 'classificata' Sinistra ecologia e libertà con oltre 838 mila euro.

Sono stati, appunto, 971.983 i contribuenti che hanno deciso di devolvere il 2 per mille a un partito, per un totale di 11.763.227 euro. Il 50,57% (491.570) ha scelto il Pd per un totale di 6.401.481 euro.

Poi la Lega Nord con 129.401 (13,31% contribuenti) per un importo di 1.411.007 euro; Sinistra ecologia e libertà con 838.155 euro (7,43%, 72.235 contrubenti). Seguono Forza Italia 615.761 euro e Fratelli d'Italia con 569.865 euro, Rifondazione comunista che incassa 459.970 euro, Nuovo Centrodestra con 259.629 euro, Sudtiroler Volkspartei con 234.510 euro, Federazione Verdi con 167.865 euro e Popolari per l'Italia con 24.514 euro. Il Movimento cinque stelle non compare nella graduatoria perchè in base al loro "non statuto" non viene riconosciuta la legge sul finanziamento pubblico ai partiti.

I valori dell'anno finanziario 2014, anno di istituzione del due per mille, non sono confrontabili, spiega il Mef, con quelli degli anni successivi, in quanto per il 2014 la scelta richiedeva una procedura meno diretta e più complessa per i contribuenti: doveva essere effettuata attraverso un'apposita scheda che non era allegata all'ordinaria modulistica fiscale ma doveva essere prelevata dal sito internet dell'Agenzia delle Entrate.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia