lunedì 05 dicembre | 09:37
pubblicato il 16/set/2016 07:10

L'agenda di Renzi alle Nazioni Unite: due giorni di incontri

Anche con Ban ki-moon. Martedì parla all'assemblea

L'agenda di Renzi alle Nazioni Unite: due giorni di incontri

New York, 16 set. (askanews) - Saranno due giorni fitti di impegni quelli di Matteo Renzi alla settantunesima assemblea generale delle Nazioni Unite che aprirà i lavori martedì 20 settembre alla presenza di oltre 150 capi di stato. Renzi arriverà a New York domenica in serata e subito lunedì avrà tre appuntamenti. In mattinata dalle 10:15 alle 12 (a partire dalle 16:15 in Italia) parteciperà al panel organizzato dalla Clinton Global Initiative dal titolo "Partnering for Global Prosperity", moderata dall'ex presidente americano, Bill Clinton, e insieme al presidente argentino, Mauricio Macri.

Subito dopo Renzi, attorno alle 13 ora di New York (le 19 in Italia), interverrà al "Summit for Refugees and Migrants", un importante appuntamento organizzato dalle Nazioni Unite che entro sera dovrebbe portare alla stesura di una dichiarazione dell'Onu sui rifugiati. Nel pomeriggio americano il primo ministro parteciperà a una tavola rotonda legata allo stesso evento, mentre, nelle giornata è previsto un incontro bilaterale con in segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon.

La giornata di martedì, invece, vedrà Renzi impegnato al Council on Foreign Relation, dove discuterà con Blair Effron - cofondatore della banca d'investimento Centerview Partners - dei problemi politici ed economici che l'Italia e l'Europa dovranno affrontare nei prossimi anni. L'incontro sarà tra le 13 e le 14 ora di New York (a partire dalle 19 ore italiana). Nel pomeriggio il primo ministro potrebbe avere incontri bilaterali, mentre in serata, attorno alle 20 ora di New York, le 2 di notte in Italia, farà il suo intervento all'assemblea plenaria delle Nazioni Unite.

Nei due giorni di permanenza a New York il premier avrà circa sette bilaterali. I temi principali di questa assemblea toccheranno il problema dei migranti, la Siria, la Libia, ma anche la crisi irachena e ancora i rapporti tra Israele e Palestina.

Il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, avrà diversi bilaterali e parteciperà a importanti incontri tra cui uno dedicato alla Libia giovedì 22 settembre insieme al segretario di Stato americano, John Kerry, quello sui migranti di mercoledì 21 settembre in cui interverrà l'alto rappresentante per le politiche estere dell'Ue, Federica Mogherini, mentre Emma Bonino modererà un panel. All'interno degli incontri dell'assemblea generale sono previsti alcuni interventi del ministro dell'Interno, Angelino Alfano. La delegazione italiana sarà composta da sei parlamentari tra cui Pier Ferdinando Casini e Fabrizio Cicchitto.

Ma per Matteo Renzi a breve ci sarà un altro impegno americano, visto che per il prossimo 18 ottobre è prevista la sua visita alla Casa Bianca dove sarà ricevuto dal presidente Barack Obama.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari