venerdì 24 febbraio | 07:16
pubblicato il 18/gen/2014 12:00

Kyenge: Non sono io il bersaglio ma la democrazia

E' in pericolo la libertà di partecipare ed esporre proprie idee

Kyenge: Non sono io il bersaglio ma la democrazia

Milano, 18 gen. (askanews) - Il ministro per l'integrazione Cecile Kyenge non si sente un "bersaglio" ma in pericolo è "la democrazia". Interrogata sull'argomento al suo arrivo a Palazzo Reale per il lancio di un programma per l'integrazione dei Rom e dei Sinti, il ministro ha affermato che "il bersaglio casomai è la democrazia. Ho sempre detto che a essere in pericolo è la democrazia" e "la libertà per ogni persona di partecipare, di poter parlare ed esporre le proprie idee senza correre nessun pericolo". Kyenge ha poi affermato di non aver bisogno di un rafforzamento della scorta: "Sono sicura così", si è limitata a replicare a chi gli ha fatto una domanda sul tema.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech