giovedì 23 febbraio | 10:51
pubblicato il 16/lug/2013 12:00

Kyenge/ Calderoli: Mie parole offensive, ma non mi dimetto

Mie scuse a Napolitano e al Senato. Manderò rose a ministro

Kyenge/ Calderoli: Mie parole offensive, ma non mi dimetto

Roma, 16 lug. (askanews) - Roberto Calderoli ha preso la parola nell'aula del Senato per scusarsi dell'offesa da lui recata al ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge, da lui paragonata durante un comizio a un 'orango'. Il vicepresidente del Senato, del quale ieri Pd, Sel e Scelta civica avevano chiesto le dimissioni, ha ammesso il suo "disagio e imbarazzo" e ha riconosciuto di aver rilasciato "dichiarazioni sbagliate e offensive", scusandosi con il Senato e con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano "giustamente indignato". Ma ha confermato che non si dimetterà dalla carica. Il ministro Kyenge ha già "accettato le mie scuse", ha spiegato l'esponente della Lega, che si è impegnato sul suo "onore" a non offendere mai più un avversario politico e ha promesso che seguirà il suggerimento del senatore Luigi Compagna (Gal): "Manderò un mazzo di rose al ministro Kyenge".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech