venerdì 24 febbraio | 21:44
pubblicato il 12/lug/2013 19:31

Kazakistan: Vendola, aspettiamo dimissioni di Alfano

(ASCA) - Roma, 12 lug - ''Innanzitutto vogliamo sapere se l'ultima novita' che arriva da Palazzo Chigi sull'incredibile vicenda della famiglia del dissidente kazako, consegnata al regime del Kazakhistan 'ad insaputa del governo italiano' avra' un effetto concreto sull'incolumita' e sulla sicurezza della signora Shalabayeva e sulla bambina. La tutela e il rispetto delle loro vite viene prima di tutto. Ora il governo Letta deve garantire questo: e' il minimo che possa fare''.

Lo afferma il presidente di Sinistra Ecologia Liberta', Nichi Vendola.

''Per il resto - prosegue il leader di Sel - la nota del governo, che riconosce gravi e colpevoli mancanze da parte di apparati dello Stato, in qualunque altro Paese civile, si sarebbe conclusa in ben altro modo: con le dimissioni del ministro dell'Interno.

Non ci si puo' ipocritamente lavare la coscienza con due parolette. Aspettiamo ora - conclude Vendola - dal titolare del Viminale il passo conseguente''.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech