martedì 17 gennaio | 10:23
pubblicato il 17/lug/2013 09:36

Kazakistan: Procaccini, informai il ministro delle richieste dei kazaki

Kazakistan: Procaccini, informai il ministro delle richieste dei kazaki

(ASCA) - Roma, 17 lug - ''Non ho nulla da rimproverarmi, la mia coscienza per quanto amareggiata e' serena'' e le dimissioni ''sono un gesto di buona volonta' per l'amministrazione''. In un'intervista a 'Repubblica' l'ex capo di gabinetto del Ministero dell'Interno, Giuseppe Procaccini, ha fornito la sua versione della vicenda dell'espulsione della moglie e della figlia del dissidente kazako, Ablyazov.

''Il 28 maggio - ha spiegato Procaccini - ho ricevuto nel mio ufficio al Viminale l'ambasciatore kazako, che mi ha rappresentato la situazione di questo pericoloso latitante che si sarebbe trovato in una villa a Casal Palocco. Ho immediatamente interessato della questione il Dipartimento della pubblica sicurezza nella persona del dottor Valeri''.

Alla domanda se fosse stato il ministro Alfano a chiedergli di ricevere l'ambasciatore al Viminale, Procaccini ha risposto che ''Si'. Ero stato informato che l'ambasciatore doveva riferirmi una questione molto delicata''. E dopo l'incontro riferi' al ministro quanto le aveva chiesto l'ambasciatore sul conto di Ablyazov e che della questione si sarebbe occupato il Dipartimento? ''Si'. Gliene accennai successivamente. Non la sera del 28, perche' ricordo che l'incontro con l'ambasciatore fini' molto tardi. Direi il giorno successivo. Il 29''. Dunque dal 29 il ministro sapeva che la diplomazia kazaka aveva chiesto ''l'arresto di un pericoloso latitante''. Procaccini ha spiegato che non era a conoscenza del fatto che Ablyazov fosse un dissidente: ''L'ambasciatore kazako mi parlo' soltanto di un pericoloso latitante. E mi risulta che anche nelle banche dati Interpol sul soggetto in questione non vi fossero informazioni diverse dai reati per i quali era ricercato''. Infine, a blitz avvenuto, ''non mi venne comunicato del fermo della signora e di sua figlia. A me - ha concluso Procaccini - venne solo comunicato dal Dipartimento, in modo sintetico, che la ricerca del latitante in questione aveva dato esito negativo. E per me, dunque, la storia finiva li'''.

brm/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello