sabato 21 gennaio | 21:13
pubblicato il 12/lug/2013 12:00

Kazakistan/ Mozioni di sfiducia ad Alfano dai gruppi Sel e M5S

Saranno presentate sia alla Camera che al Senato

Kazakistan/ Mozioni di sfiducia ad Alfano dai gruppi Sel e M5S

Roma, 12 lug. (askanews) - Mozioni di sfiducia dai gruppi parlamentari di Sel e M5S, rispettivamente alla Camera e al Senato, nei confronti del ministro dell'Interno Angelino Alfano per l'espulsione poi revocata di Alma Shalabayeva e sua figlia, congiunte del dissidente kazako Shalabayev. "Solo in Italia, dopo questa gravissima mancanza del rispetto dei diritti umani, si affida l'indagine conoscitiva proprio allo stesso ministro che ne è palesemente il primo responsabile. Noi - ha annunciato il capogruppo Sel alla Camera Gennaro Migliore- saremo sempre dalla parte della tutela dei diritti umani e riteniamo che un Paese civile debba tutelarli come primo compito, per questo il gruppo parlamentare di Sel chiede le dimissioni del Ministro dell'interno Alfano e per questo intendiamo presentare una mozione di sfiducia individuale nei suoi confronti." "La revoca dell'espulsione - ha detto ancora il capogrupo Sel- è una ammissione di colpa che non rende meno grave l'accaduto e accerta l'evidente enormità del provvedimento che sta mettendo a rischio la vita di Alma Shalabayeva e di sua figlia.-lo dichiara Gennaro Migliore, presidente dei deputati di Sinistra Ecologia Libertà, a seguito della decisione del governo di revocare l'espulsione di Alma Shalabayeva e di sua figlia Alua. Definire questa gravissima situazione come indipendente dalla volontà del responsabile della sicurezza interna del nostro Paese configura o una inadeguatezza a ricoprire questo ruolo o un occultamento delle responsabilità. In ogni caso la revoca di un provvedimento per due persone che sono state già consegnate nelle mani della polizia kazaka non assolve dalle sue responsabilità il ministro Alfano". "Per primi il 5 giugno al Senato - rivendica una nota del gruppo M5S al Senato -con Mario Giarrusso abbiamo denunciato lo scandalo del rapimento-espulsione di Alma Shalabayeva e sua figlia ed abbiamo chiesto chiarezza. La revoca dell'espulsione e' una vittoria dei diritti umani. Proprio questa mattina al Senato il M5S ha incontrato le associazioni internazionali che si battono per i diritti umani in Kazakistan e i legali che seguono la Shalabayeva. Benissimo la revoca dell'espulsione ma ora serve far chiarezza su quanto accaduto, un episodio ancora pieno di ombre oscure".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4