sabato 21 gennaio | 05:40
pubblicato il 17/lug/2013 16:22

Kazakistan: Kyenge, caso di diritti umani. Ma non e' facile giudicare

Kazakistan: Kyenge, caso di diritti umani. Ma non e' facile giudicare

(ASCA) - Roma, 17 lug - Il caso Kazakistan ''e' sicuramente una questione di diritti umani'', ma ''la situazione non e' facile''.

Lo ha detto il ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge, protagonista di un videoforum di Repubblica Tv. La situazione della moglie e della figlia del dissidente kazako espulse dall'italia ''e' sicuramente una questione di diritti umani'' ed il ministro Alfano ''ha presentato una relazione alla Camera e al Senato ed io parto da questi dati''.

''Non credo sia facile - ha concluso Kyenge - per il ministro dell'Integrazione che non ha seguito direttamente la vicenda, poter dare un giudizio''.

stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4