venerdì 24 febbraio | 09:58
pubblicato il 18/lug/2013 15:15

Kazakistan: Franceschini, domani atto politico, no a distinguo

(ASCA) - Roma, 18 lug - Nel governo ''ci si sta in squadra'' ed e' quindi ''spiacevole che ci sia chi ci mette la faccia e chi invece ogni giorno distingue: io vorrei fare questo o quello, tanto c'e' chi si sporca le mani per loro. Nel governo ci si sta tutti insieme e tutti ci devono mettere la faccia''. E' questo il senso del discorso che il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini ha rivolto all'assemblea dei senatori Pd in vista della discussione e del voto domani delle mozioni di sfiducia presentate da Sel e M5S al ministro dell'Interno, Angelino Alfano in relazione alla vicenda del Kazakistan.

''Quello di domani e' un atto puramente politico e bisogna rispondere con un atto politico'' ha aggiunto Franceschini, secondo quanto riferiscono fonti che partecipano all'incontro.

''Alle opposizioni che fanno il loro mestiere si risponde con un altro atto politico: il sostegno al governo'' ha concluso Franceschini.

njb/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech