sabato 25 febbraio | 21:55
pubblicato il 18/lug/2013 19:34

Kazakistan: esperti Onu, Italia faccia tornare la Shalabayeva

(ASCA) - Roma, 18 lug - L'Italia deve trovare un accordo diplomatico con il Kazakistan e far rientrare nel nostro paese la moglie del dissidente Mukhtar Ablyazov, Alma Shalabayeva e la figlia, ingiustamente espulse. L'appello e' stato lanciato da Ginevra da tre esperti di diritti umani dell'Onu, il Relatore per i diritti dei migranti Francois Crepeau, il Relatore sulle torture e i trattamenti crudeli Juan Mendez e il Relatore sull'indipendenza dei sistemi giudiziari, Gabriela Knaul.

''Siamo incoraggiati nel vedere che l'Italia ha riconosciuto pubblicamente che l'espulsione della signora Shalabayeva e di sua figlia e' stata illegittima e inaccettabile'', si legge nel documento firmato dai tre.

''Esortiamo Italia e Kazakistan a proseguire nell'inchiesta per individuare i responsabili'' e di cooperare per trovare ''un accordo diplomatico'' che consente alle due cittadine kazake di far ritorno in Italia. (fonte AFP).

red-uda/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech