lunedì 23 gennaio | 10:30
pubblicato il 11/mar/2014 12:00

Kasper: "Papa chiede a Chiesa di aprire a Comunione divorziati"

"C'è chi vuole fermarlo ma dottrina e regole devono evolversi"

Kasper: "Papa chiede a Chiesa di aprire a Comunione divorziati"

Città del Vaticano, 11 mar. (askanews) - "La Chiesa può trovare una nuova strada affinché un divorziato risposato, dopo un periodo penitenziale, venga riammesso ai sacramenti. La mia non è una posizione lassista, bensì che intende riconoscere come tramite la penitenza chiunque può ricevere clemenza e misericordia. Ogni peccato può essere assolto. Infatti, non è immaginabile che un uomo possa cadere in un buco nero da cui Dio non possa più tirarlo fuori". Lo ha affermato il Cardinale Karl Kasper, in una intervista a "Repubblica". "E' il Papa a chiedere dibattito, anche se c'è chi vuole fermarlo", ha ammonito Kasper. Sottolineando che se è vero che "la dottrina non può essere cambiata" ma "esiste uno sviluppo della dottrina che va sempre tenuto in considerazione" e "occorre anche distinguere bene fra ciò che è dottrina e ciò che invece è disciplina" e "la disciplina può cambiare quando le situazioni mutano". Come accadde appunto "in merito ai divorziati risposati, ad esempio, quando fra il Codice del 1917 e il nuovo del 1983 ci sono sviluppi nella disciplina importanti. E, dunque, oggi si può ulteriormente fare nuovi passi in merito". E aprire alla Comunione ai divorziati oggi "non è contro la morale né contro la dottrina, ma piuttosto afavore di un'applicazione realistica della dottrina alla situazione attuale". "La Chiesa - ha ammonito il Cardinale nel solco delle predicazioni di Papa Francesco- non deve mai giudicare come se avesse in mano una ghigliottina. Piuttosto deve sempre lasciare aperto il varco alla misericordia, una via d'uscita che permetta a chiunque un nuovo inizio". Più in generale, ad un anno dall'inizio del Pontificato Bergoglio "penso - ha affermato Kasper- che si sia definitivamente aperta la fase della piena ricezione del Vaticano II". E d'altra parte "l'idea di una Chiesa povera per i poveri tanto cara a Francesco, è già presente nei testi del Concilio, seppure per anni il tema sia stato poco sviluppato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4