lunedì 27 febbraio | 03:39
pubblicato il 07/ott/2014 17:44

Jobs Act, Renzi incontra sindacati. Sul voto: "Non temo agguati"

Cgil: totale dissenso su intervento su articolo 18

Jobs Act, Renzi incontra sindacati. Sul voto: "Non temo agguati"

Roma, (askanews) - C'è ottimismo a Palazzo Chigi sulla riforma del lavoro. Il premier Matteo Renzi chiude una giornata di incontri con i sindacati alla vigilia del voto in Parlamento, un voto di cui dice di non avere timore nonostante le divisioni nel Pd.

"Io sono convinto che sia naturale che votino fiducia come sempre accaduto per cui non temo agguati".

Intanto l'incontro con i sindacati si è concluso con un sostanziale nulla di fatto. Se Renzi ha commentato con un ottimista "ci sono sorprendenti punti d'intesa", le dichiarazioni dei rappresentanti sindacali sono state più caute. In particolare Susanna Camusso ha ribadito il totale dissenso della Cgil sull'intervento del governo sull'articolo 18 e ha confermato la manifestazione del 25 ottobre a cui però non parteciperanno le altre due sigle sindacali.

Gli articoli più letti
Usa
Usa stanno valutando di abbandonare Consiglio Onu diritti umani
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Calcio
Serie A, il Milan vince con Bacca, Lazio e Cagliari ok
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech