giovedì 08 dicembre | 17:50
pubblicato il 03/nov/2014 19:57

Jobs Act, Orfini (Pd): passi avanti da recepire

Da evitare ricorso al voto di fiducia

Palmanova, 3 nov. (askanews) - "Rispetto al testo del Senato ci sono dei passi avanti che possono essere fatti. Il punto di accordo trovato in sede di direzione del Pd ad esempio è migliore e penso che possa essere recepito nel testo della delega". Così Matteo Orfini, presidente del Pd, sul Jobs Act, augurandosi che siano recepite le proposte di modifica per non rendere necessario il voto di fiducia.

"Quindi - ha prosegiuito l'esponente del Pd, parlando ad un convegno del suo partito, a Palmanova, in Friuli - penso che quel tipo di modifiche possano essere fatte alla Camera. Naturalmente bisogna gestire la fase parlamentare in modo da non rendere necessario il ricorso da parte del Governo al voto di fiducia. Credo che dire che le nuove regole debbano entrare in vigore il primo gennaio sia un obiettivo giusto che noi dobbiamo condividere. Lavoriamo quindi per fare le modifiche e per farle nei tempi richiesti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni