martedì 06 dicembre | 21:28
pubblicato il 19/set/2013 11:18

Iva: Capezzone, lascia perplessi approccio Saccomanni

Iva: Capezzone, lascia perplessi approccio Saccomanni

(ASCA) - Roma, 19 set - ''Lascia davvero perplessi che un ministro come Saccomanni, con la sua lunga esperienza in Banca d'Italia, sembri non comprendere cio' che qualunque artigiano, commerciante o imprenditore o lavoratore, senza i suoi studi e la sua dimestichezza con le statistiche, comprende benissimo, e cioe' che aumentando l'Iva in questo momento, in cui non siamo ancora usciti dalla crisi, potremmo scrivere sulla legge di stabilita' i numeretti che fanno tanto piacere a Bruxelles, ma al prezzo di rischiare di trovarci con numeri ben peggiori sul Pil e sulle entrate tra qualche mese. Avremmo garantito il rispetto formale dei vincoli europei oggi, ma non di agganciare la ripresa l'anno prossimo, e quindi nemmeno di rendere sostenibile il nostro debito pubblico agli occhi degli investitori''. Lo dichiara in una nota Daniele Capezzone, presidente della Commissione Finanze della Camera e Coordinatore dei dipartimenti del Pdl.

''Possibile che non si capisca che il maggiore gettito che garantirebbe l'aumento dell'Iva e' solo sulla carta, e' puramente virtuale, tutt'altro che certo? C'e' un'alta probabilita' infatti che nella situazione in cui ci troviamo i 4 miliardi l'anno previsti verrebbero tutti o in gran parte ''mangiati'' dall'ulteriore calo dei consumi e delle attivita' economiche che l'aumento stesso determinerebbe.

Come dimostrano gli stessi dati del Tesoro, se le entrate tributarie nel complesso aumentano per effetto di aumenti fiscali a cui cittadini e imprese non possono sottrarsi (Irpef, Imu, bolli), il gettito Iva e' guarda caso l'unica voce che fa ancora registrare un netto calo su base annua. Se lasceremo aumentare l'Iva, l'Europa ci lascera' in pace per qualche mese, certo, ma quando risultera' chiaro che l'Italia per effetto di quell'aumento crescera' meno del previsto, e dunque anche le entrate dello Stato saranno minori del previsto, ritornera' a chiederci di nuovo il conto.

Lascia doppiamente perplessi - prosegue Capezzone - quella che a questo punto comincia davvero a sembrare un'inquietante coincidenza.

Ricordavamo un governo solo pochi giorni fa impegnato a cercare coperture per scongiurare l'aumento dell'Iva a ottobre. Impresa ardua, certo, perche' e' evidente che occorre cominciare a tagliare la spesa pubblica anziche' inventarsi altri balzelli, ma l'impegno a bloccare l'aumento c'era. Un impegno di programma chiaro a tutti al momento della nascita del governo''. ''Cosa e' cambiato in cosi' poche ore? Questa improvvisa impuntatura avviene subito dopo il colloquio tra Saccomanni e il commissario europeo Rehn, che aveva appena rimproverato apertamente all'Italia per aver osato cancellare l'Imu sulla prima casa. Bisogna davvero arrendersi al fatto che il governo italiano si debba piegare ai diktat di un commissario europeo, pur essendo appena uscita dalla procedura di deficit eccessivo? Oppure bisogna pensare che il Pd, preso atto che il presidente Berlusconi non ha intenzione di staccare la spina al governo come rappresaglia per il voto della Giunta, abbia deciso di usare l'Iva e l'Imu come pretesto per porre fine alle ''larghe intese''? Compito del Governo, e del ministro dell'Economia, e' andare in Europa a testa alta a spiegare che senza rilancio dell'economia, che si ottiene solo abbassando le tasse, non c'e' rigore che tenga. Senza ripresa non riusciremo a rientrare dall'enorme debito pubblico, e probabilmente nemmeno a gestirlo a lungo'', conclude Capezzone.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni