lunedì 23 gennaio | 05:58
pubblicato il 14/gen/2012 17:59

Italia-Vaticano/ Papa incoraggia Monti: Avanti nonostante crisi

"Lei ha cominciato bene, in una situazione quasi insolubile"

Italia-Vaticano/ Papa incoraggia Monti: Avanti nonostante crisi

Città del Vaticano, 14 gen. (askanews) - Niente baciamano, nessun fronzolo, niente regali sontuosi. Mario Monti arriva sorridente nel cortile di San Damaso, sale alla terza loggia del Palazzo apostolico scortato dai Gentiluomini di Sua Santità, mentre attende qualche minuto in anticamera si affaccia dalla finestra che dà su piazza San Pietro ("E' un'occasione rara..."). Poi si apre la porta della biblioteca del Papa, stretta di mano e 25 minuti di colloquio a porte chiuse. Monti presenta a Ratzinger la folta delegazione: nessun ministro 'cattolico' ma Catricalà, i ministri Terzi e Moavero - loro, sì, si inchinano a baciare l'anello del pescatore - il giovane Toniato e la moglie Elsa. Poi i due professori si scambiano i regali. Monti dona al Papa due libri. Un suo volume intitolato 'Il governo dell'economia e della moneta Contributi per un'Italia europea' e uscito nel 1992 quando - nota lo stesso premier - Ratzinger dava alle stampe un libro su temi analoghi, 'Svolta per l'Europa? Chiesa e modernità in Europa'. E un volume di 'Atlanti nautici' del 1500 di Francesco Ghisolfo. "Da lei - sottolinea Monti - ci aspettiamo orientamenti e indicazioni". Un dono "simbolico", conviene il Papa. Fin dalle prime battute captate dai microfoni delle telecamere e dai cronisti ammessi al saluto è stato chiaro che sull'incontro incombe la crisi economica che investe l'intera europea. "Lei è stato adesso in Germania, a Berlino", dice il Papa tedesco rivolto a Monti. "Sì, il tempo era brutto ma il clima era buono", risponde il premier, con chiaro riferimento all'incontro con la Merkel. "Lei ha cominciato bene, però in una situazione molto difficile...", dice il Papa, "...quasi insolubile". Monti è d'accordo: "E' importante dare fin dall'inizio un segno di una certa determinazione". Saluti, sorrisi, altre strette di mano. Monti e il suo entourage si intrattengono circa tre quarti d'ora con il cardinale Bertone, monsignor Balestrero ed altri maggiorenti della Segreteria di Stato. Bertone, la mattina, ai margini dell'inaugurazione dell'anno giudiziario vaticano in mattinata (presenti, tra gli altri, la Guardasigilli Paola Severino e il presidente della Consulta Alfonso Quaranta), si era detto fiducioso di colloqui "buoni e fruttuosi". Nella sua omelia, peraltro, aveva usato una punta di ironia nei confronti di quei re che nella Bibbia sono unti dal Signore ma poi non sono all'altezza del compito loro assegnato dall'Onnipotente. "Dio - aveva aggiunto - si serve anche nel tempo presente degli strumenti umani per realizzare i suoi disegni e non cessa di vegliare durante gli eventi della storia su coloro che sceglie e consacra, ma sappiamo che la rispondenza degli eletti a volte è molto incerta se non latitante".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4